03/12/04  - RAFFREDDORI RICORRENTI - Malattie infettive

03 dicembre 2004

RAFFREDDORI RICORRENTI





Domanda del 03 dicembre 2004

Domanda: RAFFREDDORI RICORRENTI


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 03 dicembre 2004.

Da bambino soffro di frequenti Mal di gola , Tosse e catarro, anche 5/6 volte all'anno, nonostante assuma ricostituenti naturali e chimici. La cosa spiacevole è che durano a lungo: impiego anche più di due settimane per eliminare completamente il catarro. Non ho intenzione di vaccinarmi contro l' Influenza , ma volevo chiedere se la cosa è normale o se devo preoccuparmi e ricorrere a qualche esperto.
Risposta del 06 dicembre 2004

Risposta di ROBERTO TUROLLA


una visita di controllo da un otorinolaringoiatra e da un pneumologo per controllo sarebbero opportune

Dott. roberto turolla
Odontoiatra
MILANO (MI)



Il profilo di ROBERTO TUROLLA
Risposta del 07 dicembre 2004

Risposta di GIUSEPPE SPERANDEO


Carissimo ,
dalla sua storia clinica non si evince qual tipo di ricostituenti abbia assunto .
Provi a controllare l'alvo , ovverossia a valutare come vada di corpo : quante volte e come siano formate le feci .
Spesso le nostre carenze immunitarie nascono da un " difettoso " funzionamento di alcune strutture abilitate ad " addestrare" alcuni componenti del nostro sistema immunitario . Queste sono le placche del Peyer . Pertanto accato a complessi multivitaminici che presumo assuma ma che una volta instaurato il processo flogistico possono far ben poco , consiglierei una alimentazione sana e naturale che preveda la somministrazione di tanta frutta ed anche verdura .Buona norma è assumere cibi " acidificanti " almattino come frutta ( kiwi , arance , mandarini, latte acidato con fermenti lattici attivi ... ) e non caffè che potrebbe essere assunto a metà mattinata . Usare prebiotici nel caso l'alvo sia tendenzialmente stiptico .Evitare l'eccessiva assunzione di carni e grassi ed in particolarmodo di carni suine e derivati .
Per quanto riguarda la vaccinazione , data l'età ,anche se non si conosce la professione , potrebbe risultare superflua .
L'assunzione preventiva di vitamine o meglio di complessi multivitaminici con prebiotici e probiotici con fermenti lattici appropriati potrebbe aiutare molto .
Nella medicina omotossicologica , poi , sono presenti prodotti che possono aiutarla a mantenere una buona omeostasi senza adire ad alcuna tossicità .

Dott.ssa Giuseppe Sperandeo
Medico Ospedaliero



Il profilo di GIUSEPPE SPERANDEO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti