18/07/04  - Rimedi contro l'insonnia - Mente e cervello

18 luglio 2004

Rimedi contro l'insonnia





Domanda del 18 luglio 2004

Domanda: Rimedi contro l'insonnia


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 18 luglio 2004.

Grazie per aver risposto alla mia richiesta di chiarimenti in merito all'insonnia e ai rimedi per sconfiggerla.Io mi sono rivolta ad uno specialista,esclusivamente per l'agopuntura,ma mi sono ritrovata a seguire contemporaneamente una cura omeopatica perchè il medco è specializzato in questa disciplina,e anzi ,credo che privilegi quest'ultima.Avevo sentito parlare di omeopatia e per quel che ne so i rimedi non hanno effetti collaterali,per cui mi son detta che non c'era alcun rischio a provare.Tramite la psicoterapia non sono arrivata ad un'ipotesi del perchè non dormo.A dire il vero, quelle volte in cui ho accennato al mio disturbo,la mia psicologa non ci si è mai soffermata e non mi ha fatto nessuna domanda in merito,cosicchè ho pensato che fosse irrilevante per la terapia analitica.Adesso però che lei mi ha fatto rifllettere su questo punto,mi riprometto di riprendere il discorso in sede analitica.Per quanto riguarda la diagnosi,non me ne è stata fatta alcuna,almeno non mi è stata riferita.In campo medico invece mi hanno parlato di "DISTIMIA" Volevo chiederle qualcosa sui massaggi "SHIATSU":in che modo possono influire positivamente sul sonno e come si fa a riconoscere la competenza professionale di chi li esegue;può esguirli anche un'estetista come mi è capitato di sentire? L'altra domanda è relativa alla psicoterapia che sto seguendo:il desiderio di cambiare psicologo(nonostante non mi trovi male)può nel mio caso essere positivo,come non ha escluso la mia psicologa(potrebbe cioè nascere dalla necessità di qualcosa di diverso),o nascondere un desiderio di fuga?In altre parole non so se faccio bene o male a cambiare. Razionalmente il mio desiderio di cambiamento nasce dalla necessità di uscire al più presto dalle mie difficoltà,in questo senso,mi sembra che magari un professionista privato abbia strumenti diversi e che possa scuotermi in maniera più decisa dal mio torpore.Tutto questo,ovviamente senza screditare in alcun modo il lavoro sin qui esguito assieme alla mia psicologa.In base a questi pochi elementi,le sarei grata se mi potesse dare un suo parere.Grazie! Cordiali saluti.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni
Mente e cervello
23 novembre 2017
News
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti