31/05/08  - Rischi ipercorrezione prismatica - Occhio e vista

31 maggio 2008

Rischi ipercorrezione prismatica




Domanda del 31 maggio 2008

Domanda


Accuso da 3 anni diplopia variabile (lo sdoppiamento si verifica a partire da 3/4 metri) dovuta a esotropia concomitante acuta. Ho subito due interventi (il primo ad un occhio un anno fa, il secondo all’altro occhio 6 mesi dopo), che hanno migliorato ma non risolto il mio problema. Attualmente mi hanno proposto una correzione prismatica (4 diottrie) che risolvono lo sdoppiamento per le distanze estreme, ma mi rimane il timore che tale correzione, diventando una ipercorrezione per le medie e vicine distanze, abbia delle controindicazioni e dunque possa creare dei danni anche col passare del tempo!!? Spero possiate aiutarmi! Grazie Angelo (25 anni)
La domanda è in attesa di risposta.
Per rispondere alla domanda clicca qui

Sei un medico? Clicca qui e scopri come aderire al servizio.


Domande e risposte di Occhio e vista



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti