16/03/13  - Risonanza ginocchio sx - Scheletro e Articolazioni

16 marzo 2013

Risonanza ginocchio sx





Domanda del 16 marzo 2013

Domanda: Risonanza ginocchio sx


Domanda di Scheletro e Articolazioni, inviata in data 16 marzo 2013.

Buongiorno, volevo gentilmente spiegazioni sul seguente referto relativo ad una risonanza ginocchio sx:
Regolarità dei rapporti articolari femori-tibiali e femori-rotulei. Presenza di falda di versamento endoarticolare in corrispondenza del comparto anteriore, a livello di recesso del quadricipite. Normale rappresentazione dei legamenti crociati anteriore e posteriore, di regolare spessore, decorso ed intensità del segnale.
A livello meniscale si apprezza alterazione dell'intensità del segnale del corno posteriore del menisco mediale, verosimilmente di natura post-traumatica pregressa; normale morfologia del menisco contro laterale. Normale lo spessore dei collaterali. Assenza di alterazioni in corrispondenza del cavo popliteo. Regolare spessore ed intensità del segnale del tendine rotulei. Note di sclerosi subcondrale in sede femori-tribali e femori-rotulei.
Dopo un forte dolore al ginocchio scendendo le scale, senza nessun trauma, ho provato molto dolore e sono andato in pronto soccorso, il medico mi ha detto che avevo una distorsione e che era meglio fare una risonanza.
Domani devo partire per la neve, posso sciare?
Grazie
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Scheletro e articolazioni
03 ottobre 2017
News
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Scheletro e articolazioni
25 settembre 2017
Interviste
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità