03/04/02  - RISVEGLI NOTTURNI - Mente e cervello

03 aprile 2002

RISVEGLI NOTTURNI





Domanda del 03 aprile 2002

Domanda: RISVEGLI NOTTURNI


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 03 aprile 2002.

Sono una persona ansiosa, ho sofferto di depressione, ne sono uscita, e sono anni ormai che mi curo con vari medicinali dato che soffrivo anche di attacchi di panico e avrei voluto poter dormire almeno 6 ore di seguito anziche' fare continui risvegli notturni, comunque i medicinali di cui facevo uso, sotto controllo medico, erano: trimipramina. nortriptilina, sodio valproato, imipramina. Da circa 20 giorni ho cambiato medico che mi ha cambiato cura con clordemetildiazepam, alprazolam mantenendo nortriptilina: non ho piu' avuto attacchi di panico ma continuo ad avere continui risvegli notturni che mi costringono ad andare a lavorare sbadigliando, nervosa e stanca. Cosa posso fare ???
Risposta del 06 aprile 2002

Risposta di MAURO MILARDI


Oltre alle terapie farmacologiche ha mai provato con la psicoterapia cognitivo comportamentale e/o con l'EMDR (Desensibilizzazione e Rielaborazione tramite i movimenti oculari) ? Tenga presente che il nostro tono dell'umore è la conseguenza di "come pensiamo" e che è necessario provare a modificare i nostri pensieri per poter modificare l'umore.

Dott. MAURO MILARDI
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata



Il profilo di MAURO MILARDI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti
A passo di danza si invecchia meglio
Mente e cervello
09 novembre 2017
News
A passo di danza si invecchia meglio