22/06/15  - RItardo mestruale e dubbi sulla fase luteale - Sessualità

22 giugno 2015

RItardo mestruale e dubbi sulla fase luteale




Domanda del 22 giugno 2015

Domanda


Buongiorno dottori,
scrivo nella speranza di ottenere delucidazioni perché vivo una situazione di ansia davvero stressante.
A gennaio ho aggiunto la pillola del giorno dopo (Norlevo) e da lì i miei cicli sono stati un po' irregolari (ritardi anche di una settimana o anticipi di qualche giorno). Il 18 maggio ho avuto l'ultimo ciclo e il 2 giugno, non molto dopo aver avuto un rapporto protetto da profilattico, ho avuto un sanguinamento intermestruale durato 3 giorni, con dolori simili a quelli del ciclo e perdite ematiche mediamente abbondanti. Queste perdite sono coincise col periodo dell'ovulazione (che ipotizzo sia finita intorno al 5-6 giugno). Ho fatto una visita ginecologica il 10 giugno, durante la quale ho avuto la conferma dell'avvenuta ovulazione, il referto recita: "fase secretiva e presenza di corpo luteo". Ho fatto anche un tampone e sono risultata positiva a un'infezione chiamata Trichomonas Vaginalis, che mi hanno detto essere molto comune, ma non ho ancora capito se può essere stata questa infezione a causarmi quel sanguinamento. Ad oggi (22 giugno) ancora il ciclo non mi è arrivato e comincio a domandarmi se per me ci sia effettivo rischio gravidanza. So che la fase luteale non può durare più di un certo numero di giorni, per cui mi domando: come è possibile che il corpo luteo fosse già visibile il 10 e ancora oggi non ho il ciclo? E' possibile che la ginecologa abbia sbagliato la lettura dell'ecografia? Lei ha escluso che quel sanguinamento potesse essere un ciclo anticipato, ma a questo punto non so più cosa pensare. Sono preoccupatissima e mi domando cosa possa essere successo, dato che nei miei rapporti ho usato sempre il profilattico (salvo all'inizio di uno dei rapporti, ma la penetrazione senza profilattico è durata massimo 2-3 secondi e il mio fidanzato era ben lontano dall'eiaculazione, infatti era appena all'inizio e dopo il rapporto è continuato a lungo con la protezione). Sono effettivamente a rischio? Grazie anticipatamente, saluti.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Sessualità



Potrebbe interessarti
Amore al capolinea
Sessualità
26 gennaio 2018
Notizie e aggiornamenti
Amore al capolinea
Millennial e baby boomer: stesso atteggiamento verso la contraccezione
Sessualità
16 gennaio 2018
Notizie e aggiornamenti
Millennial e baby boomer: stesso atteggiamento verso la contraccezione
Violenza sulle donne: non riconosciuta dagli operatori in pronto soccorso
Sessualità
04 dicembre 2017
Notizie e aggiornamenti
Violenza sulle donne: non riconosciuta dagli operatori in pronto soccorso