23/02/05  - Rottura piatto tibiale e conseguente cicatrice - Scheletro e Articolazioni

23 febbraio 2005

Rottura piatto tibiale e conseguente cicatrice




Domanda del 23 febbraio 2005

Domanda


Gent. dottori, sono una ragazza di 23 anni. Lo scorso marzo, sciando, ho riportato una frattura del piatto tibiale e fibula del ginocchio destro e fino a qui nessun problema. Pronto soccorso immediato, mi hanno operato mettendomi una placca di metallo lunga 8 8 cm con 6 viti per saldare l'impianto osseo che era abbastanza grave. ora, siccome ho cominciato l'università ad obbligo di frequenza non posso permettermi di togliere questa maledetta placca che comunque mi reca fastidio siccome essendo abbastanza magra e piegandomi sempre in ginocchio, diciamo che si vede la piegatura della placca e mi fa male quando appoggio il ginocchio per yterra. Vorrei toglierla a settembre ma volevo sapere se potrebbero esservi complicazioni (come ad esempio che si calcifichi nell'osso e non riescano più a toglierla). Inoltre ho una cicatrice di 18 cm bruttissima perchè mi si è formato un mezzo cheloide (nella sfortuna si sa..) e volevo sapere anche quali potrebbero essere i possibili rimedi per riuscire a rendere, sempre dopo l'operazione di sett, la gamba quantomeno accettabile. Grazie infinite, so che la domanda è un po' lunga ma dovevo spiegarvi un po' la situazione. Ancora grazie. Marcella
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Scheletro e articolazioni
16 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Scheletro e articolazioni
26 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?
Scheletro e articolazioni
07 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?