05/09/04  - Russare di notte - Malattie infettive

05 settembre 2004

Russare di notte





Domanda del 05 settembre 2004

Domanda: Russare di notte


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 05 settembre 2004.

Vorrei un rimedio ( spero che ci sia !!! ) x poter smettere di russare ( forte ) durante il sonno . P.S. riesco a russare sia in posizione Prona che in posizione Supina. Sperando in una vostra positiva risposta vi ringrazio in anticipo.
Risposta del 08 settembre 2004

Risposta di MASSIMO VINCENZI


E' necessario rivolgersi a strutture che studiano il sonno come la Clinica neurologica dell'Università di Bologna anche per valutare la possibilità di apnee notturne. E' comunque utile una consulenza otorinolaringoiatrica

Dott. Massimo Vincenzi
Casa di cura privata
Specialista attività privata



Il profilo di MASSIMO VINCENZI
Risposta del 08 settembre 2004

Risposta di LUCIANO PAGLIARI


Risulta ben complicato trattare il suo problema, viene trattato il sovrappeso, l' Ipertensione , specialmente quella diastolica (la minima) e l'assunzione di alcoolici; si rivolga al medico di sua fiducia.

Prof. Luciano Pagliari
Medico Ospedaliero
ROMA (RM)




Il profilo di LUCIANO PAGLIARI
Risposta del 09 settembre 2004

Risposta di FRANCESCO MININNI


Il suo disturbo appartiene ad una patologia che si dice roncopatia e che va studiata con attenzione, includendo visita specialistica otorinolaringologica e neurologica ed accertamenti preliminari quali radiografia del cranio e seni paranasali e polisonnografia. A diagnosi effettuaua si può dare il consiglio adeguato.

Dott. Francesco Mininni
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
BARI (BA)



Il profilo di FRANCESCO MININNI
Risposta del 18 settembre 2004

Risposta di IGNAZIO LA MANTIA


La roncopatia, associata o meno a apnea notturna, è una patologia che merita un attento inquadramento clinico per le possibili conseguenze sull'apparato cardiovascolare e broncopolmonare. e' quindi opportuno eseguire una valutazione ORL molto accurata per evidenziare il sito o i siti di ostruzione e una polisonnografia per valutare eventuali effetti negativi. Il rimedio dipende dal corretto inquadramento clinico !

Prof. Ignazio La Mantia
Universitario
CATANIA (CT)



Il profilo di IGNAZIO LA MANTIA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti