02/07/04  - Sensazione di bruciore - Malattie infettive

02 luglio 2004

Sensazione di bruciore





Domanda del 02 luglio 2004

Domanda: Sensazione di bruciore


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 02 luglio 2004.

Salve, ho 39 anni, sono sposato e dopo aver vissuto in passato una vicenda affettiva negativa che mi ha traumatizzato non poco, conduco oggi una vita normale e pratico spesso sport. Da circa 4 anni avverto una sensazione di bruciore su buona parte del corpo (occhi, viso, gambe, spalle) ed un prurito all'altezza delle labbra che tendono a gonfiarsi leggermente. Questo fastidioso bruciore, che spesso è associato a doloretti all'altezza dell'intestino, mi sta creando non pochi problemi anche di natura relazionale e comportamentale (sono spesso nervoso e tendo a chiudermi in me stesso). Il bruciore non è accompagnato da alcuna manifestazione visibile sulla pelle, è migrante, varia di intensità ed apparentemente è indipendente dagli stati umorali o dal cibo che prendo. Sono stato da vari specialisti (neurologo, cardiologo, allergologo, immunologo, dermatologo, internista),mi sono sottoposto a vari test (prove allergologiche, analisi del sangue, elettromiografia, risonanza magnetica, analisi delle urine e delle feci, ecografia completa all'addome superiore e inferiore, striscio periferico) e gli unici risultati anomali che sono emersi hanno riguardato un alterato rapporto tra i linfociti T Helper e Suppressor ed un quadro complessivo linfocitario un po' disordinato, valutato comunque dagli specialisti non allarmante anche se da tenere sotto controllo. Le chiedo gentilmente un suo parere in merito, e se eventualmente può suggerirmi ulteriori approfondimenti o indicarmi dei centri presso cui rivolgermi per eliminare questa sensazione di bruciore che comincio a non accettare più.
La ringrazio anticipatamente.
Gianfranco

Risposta del 05 luglio 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Salve. Lei non specifica se questo bruciore/prurito la porta a grattarsi in modo da ferirsi e creare escoriazioni oppure no, e se sì se l'escoriazione blocca il prurito per un certo tempo.
Qualora non fosse nulla di tutto ciò, credo che il suo problema possa risolversi con una dose di Pulsatilla, un rimedio omeopatico che si riferisce a problemi di microcircolo. E' sicuramente così se a volte le compaiono anche chiazze violacee. Ma i sintomi che riferisce non sono sufficienti per tipizzare il rimedio. Consulti un buon omeopata di scuola UNICISTA, troverà la soluzione.
Cordialmente.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Risposta del 07 luglio 2004

Risposta di ELENA CREMONINI


........un'unicista, non prescriverebbe mai "una dose di Pulsatilla" sulla base di un sintomo, non modalizzato e senza specificarne la diluizione!..

Dott.ssa Elena Cremonini



Il profilo di ELENA CREMONINI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti