18/06/08  - Sindrome a V  - astigmatismo o che altro? - Occhio e vista

18 giugno 2008

Sindrome a V - astigmatismo o che altro?





Domanda del 18 giugno 2008

Domanda: Sindrome a V - astigmatismo o che altro?


Domanda di Occhio e vista, inviata in data 18 giugno 2008.

Ill.mo Dott., alla ricerca di una soluzione al mio problema, ho incontrato sul web questo sito e constatata la sua gentilissima disponibilità mi permetto di sottoporLe la mia storia. Da 28 anni ho questo problema: quando guardo qualsiasi oggetto, anche con un solo occhio, vedo l'oggetto normalmente e appena sopra un'immagine (potrei dire fantasma) semitrasparente dell'oggetto stesso. Diciamo uno sdoppiamento dell’immagine. Ho eseguito il test di hess lancaster (due volte) con risultato negativo. Successivamente è stata diagnosticata una sindrome a V. Prescrizione di occhiali da miope ed esercizi di ortottica: nessun beneficio. Altro consulto accerta un astigmatismo (1,25 da entrambi gli occhi). Cambio di occhiali che portano ad un nettissimo miglioramento. Nel frattempo, un foro retinico trattato con il laser e in seguito cerchiaggio della retina in ambedue gli occhi. Ulteriori consulenze, con diversi specialisti, hanno dato relazioni diverse: a) astigmatismo e invecchiamento precoce del cristallino (causa del difetto visivo); b) è un problema di muscoli e poi lo specialista aggiunge: non c’è niente da fare si tenga il problema per tutta la vita; c) accennò di cataratta (ecco le parole del dott.: le auguro che maturi al più presto per cambiare il cristallino). Tra le tante parole dette, si è andato comunque bene fino a un anno fa, anche se persisteva il fastidio. Oggi il disturbo è peggiorato. Nell'ultima visita - altro specialista - ha nuovamente diagnosticato la sindrome a V. Prescrizione di nuovi occhiali [senza sviluppi positivi, anzi la visione è migliore con gli occhiali precedenti (1,25 di astigmatismo mai peggiorato nel tempo)] ed esame OCT che ha dato il seguente referto. Od: l’esame tomografico eseguito con scansione lineare (S.L. mm5) mette in evidenza, in regione maculare centrale, un normale quadro morfologico e normoreflettività tanto della retina sensoriale che del complesso EPR_coriocapillare. Si apprezza, inoltre, temporalmente alla fovea sottile banda ipereflettente alla superficie retinica totalmente aderente al piano sottostante come da ispessimento della MLI. Os.: l’esame tomografico eseguito con scansione lineare (S.L. mm5) presenta, un quadro morfologico e reflettività pressoché sovrapponibile a OD. Come OD, si apprezza area di ispessimento epiretinico in regione temporale rispetto alla fovea. Protocollo d’analis “Retinal Thickness A/E”. OO: lo spessore tissutale retinico appare ai limiti superiori di norma in sede foveale nonché il volume maculare globale. Conclusioni diagnostiche: OO: modesto ispessimento della MLI in sede iuxtafoveale temporale. Mi scusi dello sfogo, ma non so più a chi rivolgermi. Vado alla ricerca e vivo nell’attesa di una soluzione che forse è solo illusoria. Non so, ma almeno una risposta penso di meritarla dalla scienza. Mi perdoni, ancora e colgo l’occasione di ringraziarLa in anticipo per i suggerimenti che potrà darmi. Saluti Pasquale
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Occhio e vista



Potrebbe interessarti