13/07/04  - Sonnambulismo - Mente e cervello

13 luglio 2004

Sonnambulismo





Domanda del 13 luglio 2004

Domanda: Sonnambulismo


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 13 luglio 2004.

Vi prego di aiutarmi!!! Ho un piccolo problema, anzi...il problema sarebbe di mio marito... ho l'impressione che soffra di sonnambulismo, ma non so se sia proprio questo.. Cmq spesso capita (diciamo 1-2 volte a settimana) che mentre dorme di colpo è come se si spaventasse, si siede sul letto..e lancia dei piccoli urli spaventati! come se qualcuno gli stesse facendo del male o come se stesse facendo un brutto sogno... fino a poco tempo fa si limitava a questo.. ora da un po di tempo la cosa sembra peggiorata! l'ultima notte si è dinuovo seduto sul letto, gridando (ma non forte) e ha preso il piumino nostro in mano agitandolo in aria sempre spaventato.. in queste occasioni io lo tengo stretto in un abbraccio visto che si muove con violenza, e gli dico di stare calmo perchè sono "io" che gli sto accanto... poi si calma... ma non risponde..... poi a volte capita che realizza e mi dice "cosa hai? perchè sei sveglia? perchè mi hai parlato?" e gli racconto il fatto che lui non ricorda assolutamente!! qualche tempo fa si è svegliato, sempre impaurito! ha preso il piumino e si è messo in piedi all'angolo della camera.... gli ho parlato dicendogli "sono io, non preoccuparti, vieni a letto!!!" poi si è messo a letto e ha continuato a dormire, e la mattina non ha ricordato nulla!!!! premetto che NON beve alcolici, ne ha qualche problema fondamentale! (da qualche parte ho letto che queste cose possono influire) quello che nel mio piccolo posso pensare è che lui spesso gioca al computer un gioco dove deve sparare (non è violento il gioco, l'ho gia visto per bene) solo che spesso si innervosice se non vince.... non è che lo rende nervoso a tal punto che poi si manifesta di notte???? ha 26 anni, lavora, non fa i turni, vita abbastanza regolare!
Risposta del 17 luglio 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Intanto le consiglierei di non svegliarlo, perché -- benché lui si agiti o si alzi -- il sistema cardiaco e circolatorio continuano a funzionare come se fosse addormentato. Un risveglio brusco innesca una reazione improvvisa nel sistema vascolare, una doccia di adrenalina in circolo, e il risveglio può essere poco piacevole, ma più risvegli in questo modo possono essere pericolosi.
Si limiti a badare che non si faccia male.
Poiché il problema si ripresenta, mi sembra che ci sia un sogno ricorrente che lui fa (ci sarebbero altre cose da aggiungere sui diversi stadi di coscienza che si possono avere durante il sonno, ma mi dilungherei e non è la sede). Varrebbe la pena che lui lo ricordasse, in un modo o nell'altro (il risveglio non brusco è importante a questo fine), e che cercasse di disegnare e dipingere questo sogno, anche se ne ha solo un'immagine o un'idea sfumata. E se non ricorda nulla, se lo inventi, va bene lo stesso.
Certe reazioni sono un segnale, un messaggio dell'inconscio. Visto il molto rumore che fa, è saggio andare a cercare cosa vuole comunicare, altrimenti non si quieterà.
Cordialmente.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti
A passo di danza si invecchia meglio
Mente e cervello
09 novembre 2017
News
A passo di danza si invecchia meglio