06/07/04  - Sonno disturbato e stanchezza - Malattie infettive

06 luglio 2004

Sonno disturbato e stanchezza





Domanda del 06 luglio 2004

Domanda: Sonno disturbato e stanchezza


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 06 luglio 2004.

Buongiorno! le scrivo per sottoporle un problema ormai ricorrente da circa 2 anni e cioè quello della difficoltà ad avere un sonno riposante.Ho circa 28 anni e appunto da quando ne avevo 26 ho cominciato ad avere anche gravi disturbi del sonno.Intendo dire difficoltà ad addormentarmi,difficoltà a dormire + di 6 ore di fila oppure anche risvegli notturni.tutti problemi che sembrano presentarsi piu o meno ciclicamente senza apparente logica consequenziale.l'estate scorsa poi,complice anche un Ipertiroidismo dovuto ad una Tiroidite temporanea,la situazione si era fatta insopportabile,essendo poi subentrati fattori psicologici pesanti.in poche parole il sonno era diventato il mio "incubo":andavo a letto con la paura di non dormire e piu ci pensavo meno dormivo etc. Un circolo maledettamente vizioso. Ora l' Ipertiroidismo non c'è + (o almeno penso,visto che l'altro sintomo che mi aveva fatto scoprire il problema e cioè il dimagrimento non è + presente in me),la situazione è migliorata,ma permane comunque un problema "di fondo". A volte non riesco ad addormentarmi se non dopo 1,2 ore..oppure mi capita di addormentarmi dopo 30 minuti ma di non riuscire mai a dormire per + di 6 ore (la sveglia ormai non mi serve più!!!).Oppure ancora di svegliarmi durante la notte e di star sveglio per un'ora.
In qesti momenti (risvegli notturni e momenti passati a cercar di dormire) mi capita a volte di notare una certa "confusione mentale"..nel senso che il cervello e i pensieri sembrano andare " a zonzo" per conto loro...pensieri senza legami logici..come se la mente vagasse..non so se mi spiego.una sorta di agitazione mentale.
Forse legata a tutto questo discorso c'è anche una generale stanchezza quasi cronica durante la giornata che spesso mi fa sembrare difficile anche lo stare davanti ad un monitor in ufficio.Posso anche dirle di essere una persona molto "agitata" di quelle che non riescono mai a star ferme e che difficilmente riescono a rilassarsi:sarà questo mio carattere la causa di tutto?Da circa 8 mesi ho anche cambiato stile di vita andando ad abitare da solo:sono molto contento di ciò,mi trovo benissimo e pensavo che certi problemi sarebbero apssati,ma purtroppo non è così.
Il problema in sè non lo sento come grave,ma sinceramente mi piacerebbe sapere come potrei sentirmi ,sia mentalmente che fisicamente,se riuscissi anch'io a dormire come quasi tutte le persone le mie 7-8 ore.
La ringrazio anticipatamente per una sua risposta.
Risposta del 09 luglio 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Senta. Ma la sua iperattivtà e l' Insonnia sono iniziate dopo la morte di qualcuno?
Altra domanda. Trascorre molte ore davanti al computer? E se smette di usarlo, la situazione cambia?
Attendo un suo riscontro. Cordialmente.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti