06/07/06  - Sonnolenza forte e prurito - Malattie infettive

06 luglio 2006

Sonnolenza forte e prurito




Domanda del 06 luglio 2006

Domanda


Le sottopongo un fastidio che mi accompagna da circa cinque anni, nella speranza che possa trovare una soluzione. Ho 43 anni; soffro, a periodi alterni, di una pesante sonnolenza accompagnata da prurito. Il prurito è diffuso in ogni parte del corpo ed è sine materia. La sonnolenza si manifesta nelle più dissimili circostanze, tanto in periodi di quiete quanto di stress, tanto al risveglio dopo una intensa dormita, quanto la sera, etc. Chiamarla sonnolenza è forse riduttivo, perché non mi fa solo sbadigliare o sentire stanco, ma si manifesta come una generale debilitazione: facilmente sento brividi di freddo, faccio fatica a tenere a fuoco lo sguardo quando leggo, i capelli, normalmente mossi, si afflosciano, insomma, uno stato di astenia che non si può riferire soltanto al sonno. Mi sono rivolto a numerosi specialisti ed ho alle spalle una lunga serie d’accertamenti: sono state per fortuna escluse neoplasie del sangue (primo sospetto per il persistente prurito), così come colestasi ed altri disagi epatici. Ho fatto prove allergiche e son risultato sensibile agli acari e peli di gatto (non ho animali); sono stati fatti esami neurologici, dermatologici, prove sul sonno, risultate sempre negative. E’ stato esaminato il pancreas ed i reni, le surreni, la tiroide, insomma, credo tutto. L’unico elemento positivo emerso da questa girandola d’esami è una tiroidite autoimmune in fase eutiroidea. Altre mie osservazioni di carattere statistico (in quali momenti insorgano questi sintomi, se in relazione a periodi di grande lavoro o quiete, oppure in relazione a luoghi particolari, a certi alimenti, etc.) non mi hanno portato a nessun risultato: sonnolenza e prurito – sempre associate – insorgono quando vogliono loro, indipendentemente che mi trovi al mare o in montagna, che mangi vegetali o carne, e così via. Ho soltanto notato che i sintomi spesso peggiorano nel tardo pomeriggio per migliorare dopo la cena, e che sono talvolta accompagnati da qualche piccolo disturbo di digestione come bruciori di stomaco, nausea lieve etc. Spero che mi possa indicare qualche strada perché nei momenti peggiori questa malattia m'impedisce di svolgere qualsiasi attività.
La domanda è in attesa di risposta.
Per rispondere alla domanda clicca qui

Sei un medico? Clicca qui e scopri come aderire al servizio.


Domande e risposte di Malattie infettive



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Influenza 2017: riflettori puntati sulla vaccinazione
Malattie infettive
27 novembre 2017
Notizie
Influenza 2017: riflettori puntati sulla vaccinazione
Vaccinazioni obbligatorie: facciamo chiarezza
Malattie infettive
04 settembre 2017
Notizie
Vaccinazioni obbligatorie: facciamo chiarezza