01/07/08  - Sospensione patente - Allergie

01 luglio 2008

Sospensione patente





Domanda del 01 luglio 2008

Domanda: Sospensione patente


Domanda di Allergie, inviata in data 01 luglio 2008.

Egregio Dott. Le soppongo il mio problema, Da circa 14 anni mi sottopongo regolarmente a esami urine e capello, per problemi avuti nel 1990 di tossicodipendenza. Tengo a precisare che sono quasi 20 anni che non faccio più uso di nessuna sostanza. Nel mese di gennaio ho avuto un'esaurimento nervoso provocato dalla mia situazione lavorativa, la mia Dott.ssa Donatella Ganora (medico della mutua) mi ha prescritto 15 gocce di entact al mattino come antidepressivo e 15 gocce di xanax la sera per dormire. Io pensando che le dosi erano eccessive per il mio fisico le ho ridotte a 8 gocce di entact e 8 gocce di xanax. Sono andata come sempre a fare l'esame del capello e quello delle urine, tutti e due gli esami sono risultati negativi, ma per l'esame delle urine mi è stato chiesto un ulteriore accertamento perchè risultavano troppo chiare. Ritornata al centro analisi ho rifatto le urine cercando di evitare di andare in bagno prima dell'esame (tenga conto che l'esame è stato effettuato alle 11.30 del mattino !!!). Ieri sono ritornata alla Commissione Medica Legale per il rinnovo definitivo della patente. Sono risultata positiva alle Benzodiazepine, ho spiegato alla persona presente che avevo una prescrizione medica, facendogli vedere anche la ricetta, e spiegandogli i miei problemi e sopratutto che la quantità di farmaci è assolutamente irrisoria. Non c'è stato nulla da fare, mi hanno sospeso la patente per tre mesi, dicendomi anche che da questo momento avrei ricominciato nuovamente la trafila degli esami ( 6 mesi, un anno, un anno, tre anni, quattro anni ecc). Io non posso credere a un atteggiamento del genere verso un cittadino, è vero ho sbagliato in passato ma sono passati quasi ventanni, e da oltre dieci che seguo le regole che mi sono state imposte, tra l'altro con un dispendio di denaro non indifferente. Ho avuto un problema psicologico e sono in cura anche da un psichiatra, è mai possibile che non possa curarmi??? Ora ho dato in mano tutta la pratica a un Legale ma la realtà dei fatti è che sono senza patente, io lavoro come rappresentante è dovrei girare per il Piemonte e la Liguria, questo ovviamente compromette il mio lavoro. Vorrei sapere da Lei se è ammissibile un discorso del genere nei confronti di un cittadino che rispetta le regole ma ha avuto dei problemi psicologici. Secondo la Commissione Medica avrei dovuto buttarmi giù da un balcone e non curarmi per tenermi la patente???? La ringrazio anticipatamente per il suo aiuto S.L.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Allergie



Potrebbe interessarti