07/01/03  - SPEZIE AROMATICHE - Alimentazione

07 gennaio 2003

SPEZIE AROMATICHE




Domanda del 07 gennaio 2003

Domanda


Gentile dottoressa, sono al corrente che per combattere la ritenzione idrica, quindi gli inestetismi della cellulite, sarebbe bene seguire una dieta povera di sodio. Nelle insalate e nelle pietanze quindi cerco sempre di evitare l'uso di sale e di insaporire i cibi usando varie spezie come timo, erba cipollina, oppure aglio in polvere o pepe. Vorrei sapere se anche queste spezie causano ritenzione idrica come il sale, oppure se posso usarle senza problemi!
Grazie per l'attenzione.
Risposta del 23 gennaio 2003

Risposta di PATRIZIA MARIA GATTI


Gentile utente, come lei giustamente afferma, è corretto ridurre l'apporto di sodio con la dieta. O meglio, più che una riduzione si tratta di un contenimento, un uso moderato. Invece, la riduzione va riservata, ai casi di Ipertensione arteriosa scompensata ed alle sue complicazioni. Se il problema della ritenzione insorge in persona adulta, fondamentalmente in buono stato di salute, a parte gli inestetismi, non è giusto privarsi del tutto di un po' di sale.
Nessuna particolare controindicazione per tutti gli altri aromi naturali che lei cita. Basta che li tolleri bene, ma anche per questi non è il caso di eccedere.

Dott. PATRIZIA GATTI
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di PATRIZIA MARIA GATTI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Alimentazione



Potrebbe interessarti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Alimentazione
21 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Amenorrea da sottopeso nelle giovani atlete. È rischio osteoporosi
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Alimentazione
20 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integrazione home made per l'attività fisica ricreativa
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà