30/08/04  - Stato confusionario - Mente e cervello

30 agosto 2004

Stato confusionario




Domanda del 30 agosto 2004

Domanda


Buongiorno ho un'amica di 34 anni ke da tempo ha problemi con l'alcool anke se al momento stà assumendo farmaci x smettere... E' una nulla facente, ha difficoltà a mantenere un lavoro (e nn si sa mai xkè la lasciano a casa nn vuole ke nessuno s'informi), è sposata da 3 anni ma in casa nn ha voglia di far niente di niente con la conseguenza ke litiga sempre col marito... e x di più a ki le sta vicino racconta bugie a suo favore in modo da passare dalla parte della ragione calunniando il povero marito... il rapporto con suoceri e genitori è degenerato. Sta facendo soffrire diverse persone ke le vogliono bene... ma nn ammette ke la colpa di un mancato lavoro, un matrimonio fallito sia solo sua... Secondo voi da cosa può dipendere questo tipo di comportamento? I genitori nn le hanno mai fatto mancare nulla (e forse nel bene hanno fatto male!) anke se sono stati un esempio di coppia con un papà burbero ed una mamma sottomessa e schiava del papà stesso... ma ke hanno sempre lavorato bene... Vorrei un vs. parere x capirci qualcosina in più...
Risposta del 02 settembre 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Penso che la persona in questione dovrebbe essere presa in carico da un centro specializzato. C'è un disturbo di personalità grave e non è cercando di convincerla con buone parole o con le ragioni di tutti gli altri che si potrà aiutarla.
Cordialità.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea
Energia Mentale
Mente e cervello
27 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Energia Mentale
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno