29/05/08  - Streptococco beta emeolitico di gruppo a - Allergie

29 maggio 2008

Streptococco beta emeolitico di gruppo a





Domanda del 29 maggio 2008

Domanda: Streptococco beta emeolitico di gruppo a


Domanda di Allergie, inviata in data 29 maggio 2008.

Mi rivolgo al cortese dottor Moschini, con il quale ho avuto modo di interloquire un paio di anni fa in merito alla mia esofagite cronica da reflusso. Attualmente sono alle prese, da circa due anni, con uno ostinato streptococco beta emolitico di gruppo A. O meglio, è la mia compagna che è soggetta quasi una volta al mese agli effetti -febbre alta, gola in fiamme ed uso massiccio di antibiotici- di tale battero. L'anno scorso ho eseguito io stesso un tampone faringeo ed ho scoperto di essere portatore sano senza alcun sintomo. Per scrupolo mi sono sottoposto ad una terapia a base di amoxicillina. Ma dopo di ciò non ho più eseguito un tampone di controllo. Quindi non so dire se la mia compagna (che non vive con me), la quale conduce una vita molto stressante, è infettata da sottoscritto o dalle sue due bambine che frequentano asilo e scuola elementare. Io le avevo consigliato di consultare un omeopata. Lei ne ha sentito uno della sua città -perugia- il quale però le ha consigliato di avvalersi della medicina allopatica in quanto, a suo dire, l'omeopatia non è efficace con lo streptococco in questione. Personalmente ho qualche dubbio in merito. Credo che la virulenza di questo battero dipenda da squilibri interni non sanati. Caro dottore, siamo molto preoccupati e per questo speriamo in un suo consiglio illuminante. Non posso pensare che una donna di 44 anni debba bombardarsi di antibiotici, con grave rischio per la sua esistenza futura. Restiamo in religiosa attenzione, inviando distinti saluti Claudio
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Allergie



Potrebbe interessarti