04/11/04  - Tachicardia - Malattie infettive

04 novembre 2004

Tachicardia





Domanda del 04 novembre 2004

Domanda: Tachicardia


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 04 novembre 2004.

Buongiorno, ho 33 anni e da circa tre anni soffro di tachicardia, ho escluso a seguito di esami specifici il coinvolgimento della tiroide, ma gli attacchi continuano ad essere ripetuti e assolutamente imprevedibili, la cosa mi sta preoccupando molto. Quali cure è meglio seguire, e soprattutto, al sopravvenire degli attacchi conviene assumere farmaci immediatamente o attendere che la situazione si normalizzi?
Risposta del 07 novembre 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Ma a livello cardiologico che controlli ha effettuato?

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Risposta del 08 novembre 2004

Risposta di MARIA DOMENICA SORBO


Caro Signore,
alla sua età, la maggior parte delle tachicardie ha una matura benigna, specie in assenza di sintomi maggiori (sincopi) e di malattia di cuore documentata. E' fondamentale dunque escludere quest'ultima, con la consulenza di un buon cardiologo e gli esami strumentali che questi potrà prescriverle. Importante è cercare di documentare l'aritmia (molto improbabile con un elettrocardiogramma di superficie nelle docici derivazioni, più possibile con il cosidetto elettrocardiogramma dinamico). In ogni caso esite una serie di indagini dalle più semplici alle più complesse che potranno aiutarla, quando correttamente applicate, a capire il perchè di queste crisi che pare fino ad ora hanno compromesso solo un po' la sua qualità di vita.

Cordialmente.

Dott. Maria Domenica Sorbo
Medico Ospedaliero
DOLO (VE)



Il profilo di MARIA DOMENICA SORBO
Risposta del 11 novembre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


Sarebbe meglio se riformulasse il Suo quesito specificando sia il numero dei battiti che rileva durante le crisi, sia le condizioni in cui queste insorgono. Immagino che se il disturbo è iniziato da tre anni abbia già interpellato il Suo medico di base e, eventualmente, anche un cardiologo. Cosa Le hanno detto i Colleghi?

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti