27/05/08  - Tiroidite - Salute femminile

27 maggio 2008

Tiroidite





Domanda del 27 maggio 2008

Domanda: Tiroidite


Domanda di Salute femminile, inviata in data 27 maggio 2008.

Buongiorno, ho 30 anni e a gennaio 2007 ho iniziato ad eseguire degli esami per verificare eventuali problemi ostativi ad una eventuale gravidanza. Ho iniziato con delle analisi del sangue di immunometria da cui si rivelavano i segg. Valori al 13° giorno del ciclo mestruale: - FSH 8.4 - LH 15.2 - PRL 35.3 - Testosterone totale 65 gli altri valori (glucosio, proteina c reattiva ed emocromo completo) erano tutti nella norma. A metà gennaio il ginecologo rilevava utero normale, ovaio dx microcistico, ovaio sx sede di follicoli. Rilevava anche problemi alla tiroide e rimandava all’endocrinologo. A febbraio ripetevo le analisi del sangue al 1° giorno del ciclo da cui risultava: - TSH 8.16 - FT3 2.14 - FT4 0.9 - PRL 35.8 - AB antitireoglobulina 900.91 - AB antitireoperossidasi 486.13 Eseguivo anche eco alla tiroide dalla quale risultava: tiroide globalmente aumentata di volume con struttura diffusamente alterata per presenza di numerosissime piccole immagini nodulari tra loro confluenti, tutte ipoecogene prive di calcificazioni o micro calcificazioni di pochi millimetri di diametro. Soprattutto a destra la confluenza di tali piccole immagini nodulari determina la presenza di aree ipoecogene di morfologia irregolare interessante prevalentemente la porzione più anteriore della ghiandola. La valutazione con color doppler evidenzia la complessiva accentuazione della vascolarità come si evidenzia sia nell’iper che nell’ipo funzione, come nel caso in esame. Presenza di iperplasia reattiva dei linfonodi in zona 3 bilaterale, con caratteri francamente infiammatori. Il quadro complessivo orienta verso una tiroidite cronica probabilmente linfocitaria ancora in fase ipertrofica senza evidenti componenti cicatriziali fibrose. A marzo l’endocrinologo evidenziava una condizione di ipotiroidismo subclinico da tiroidite cronica autoimmune e faceva iniziare la cura con eutirox 25 per 14 gg aumentando il 15° giorno a 50. Rieseguivo a maggio le analisi del sangue al 24° giorno del ciclo come da richiesta dell’endocrinologo e risultavano: - PRL 39.5 - 17 beta estradiolo 194 - Progesterone 25.1 - Testosterone tot. 114.4 - DHEA Solfato 165 - Delta 4 Androstenedione 4.46 Lo stesso giorno iniziavo ad assumere mezza cpr di dostinex alla settimana. A settembre eseguivo nuovamente le analisi del sangue per verificare gli effetti della cura in corso: - TSH 2.53 - FT3 2.87 - FT4 1.27 - PRL 2.4 - 17Beta estradiolo 175 - Progesterone 10.1 - Ab antitireoglobulina 197 - Ab abtitireoperossidasi 328.39 Ritornavo dal ginecologo il quale riconfermava utero normale, ovaio microcistico uno e con follicoli l’altro. Suggeriva spermiogramma che è risultato nella norma e assunzione di clomid. L’eventuale assunzione del clomid per 6 gg a partire dal 4° giorno del ciclo potrebbe aiutare ad avere una gravidanza nonostante un assetto ormonale del genere? Quanti cicli di clomid sono necessari pur sapendo da questo forum che vanno eseguiti dei monitoraggi con eco? Grazie di cuore
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Salute femminile



Potrebbe interessarti