24/11/04  - Tosse - Malattie infettive

24 novembre 2004

Tosse





Domanda del 24 novembre 2004

Domanda: Tosse


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 24 novembre 2004.

Gent. Dottore, ho una fastidiosa tosse persistente da più di due mesi. Dopo una sindrome influenzale ho cominciato a tossire. Con antiinfiammatori c'è stato unun certo miglioramento dopo il quale è tornata molto forte, ho assunto levotuss per 15 giorni ed è migliorata tranne per degli attacchi improvvisi. Sospeso lo sciroppo la tosse è di nuovo peggiorata.Sembra asma, di cui soffro (asma da riso, da sforzo, da freddo e poco per allergia a graminacee).Pensando a questo ho assunto bentelan 1 gr al giorno per 6 giorni e per i primi giorni c'è stato un netto miglioramento.Adesso da due giorni sono tornata al punto di partenza. Tossisco tutto il giorno con colpi forti, secchi e singoli. non riesco a fare un'inspirazione completa e arrivo a sera con un forte mal di testa. Cosa posso fare? Grazie Paola
Risposta del 02 dicembre 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


E' sicura che non sia per Tosse ?
[La malsana (io la considero tale, opinione personale) pratica di certi vaccini nei bambini favorisce, come in questo caso, questa malattia negli adulti, che prima non la manifestavano, e di riflesso sui neonati.]
Se la Tosse è di tipo spasmodico e convulsivo, aggrava dopo mezzanotte o stando distesa e migliora all'aria aperta, se ci sono dolori al torace o all'addome per il tanto tossire che migliorano con la pressione delle mani, allora si procuri al volo della Drosera rotundifolia 30 ch in granuli o un tubo dose (granuli piccoli), e prenda tutto il tubo dose oppure 10 granuli.
SE i sintomi non corrispondessero, allora per favore riscriva mettendo più particolari sul tipo di Tosse . In ogni caso, stia riguardata.
Cordialità.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Risposta del 02 dicembre 2004

Risposta di VINCENZO DI COMITE


Il quadro che lei descrive potrebbe essere di Asma persistente non compensato. Sarebbe utile sapere se attualmente lei assume una terapia per l' Asma regolarmente e conoscere i valori della spirometria eseguita senza assumere la terapia inalatoria. Se ha una forma d' Asma già diagnosticata, è necessario rivalutare la malattia, riportando allo specialista la frequenza d'uso del salbutamolo al bisogno e i valori del monitoraggio quotidiano del picco di flusso. Le consiglio una visita specialistica pneumologica ed un ricorso allo steroide sistemico (Bentelan) solo in caso di estrema necessità e sotto controllo medico.

La saluto cordialmente

Dott. Vincenzo Di Comite
Medico Ospedaliero
BOZZOLO (MN)



Il profilo di VINCENZO DI COMITE
Risposta del 09 dicembre 2004

Risposta di LORENZO BETTONI


La buona risposta al bentelan supporta la ipotesi diagnostica di Asma bronchiale. Va impostata una terapia adeguata alla luce di PFR con test broncodinamici. Ricorda la terapia non sarà bentelan e, molto probabilmente nemmeno salbutamolo da solo. L' Asma è una malattia infiammatoria cronica e come tale va trattata se si vuole risolvere

Auguroni

Dott. Lorenzo Bettoni
Medico Ospedaliero
GAVARDO (BS)



Il profilo di LORENZO BETTONI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti