29/06/04  - Trasfusione per figlio con linfoma - Malattie infettive

29 giugno 2004

Trasfusione per figlio con linfoma





Domanda del 29 giugno 2004

Domanda: Trasfusione per figlio con linfoma


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 29 giugno 2004.

sono il papa' di un ragazzo di 21 anni affetto di Linfoma di Hodgkin , che dopo il primo ciclo di chemioterapia sembra abbia bisogno di trasfusioni , la domanda posso io donargli direttamente il mio sangue dato che abbiamo lo stesso gruppo , per evitare rischi di infezioni o altro ? grazie Rosario

Risposta del 02 luglio 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Sì certo. Lo proponga subito ai medici.
In bocca al lupo.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Risposta del 06 luglio 2004

Risposta di DOMENICO RESTIFO


Assolutamente no per 2 ordini di motivi:
1) la trasfusione fra consanguinei "verticali" è nettamente controindicata per il rischio, sepur non frequente, di gravissime reazioni immunologiche fra le cellule del sangue di donatore e ricevente, tanto più se il ricevente è immunodepresso come nel caso di Suo figlio.
2) è ampiamente dimostrato che le donazioni "dedicate", non ottenute da donatori "periodici" hanno un maggior tasso di infezione da virus trasmissibili col sangue.
Stia tranquillo sulla sicurezza del sangue in quanto, negli ultimi anni essa è molto migliorata.
Auguri

Dott. DOMENICO RESTIFO
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata



Il profilo di DOMENICO RESTIFO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti