16/06/08  - Tremore - Mente e cervello

16 giugno 2008

Tremore





Domanda del 16 giugno 2008

Domanda: Tremore


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 16 giugno 2008.

Gentili Dottori, ho 45 anni e vorrei descrivervi il mio problema che mi affligge ormai da circa 30 anni. Fin da giovanissimo (16-17) anni ho notato che dopo un partita di calcio o dopo un allenamento le mie mani avevano un leggero tremolio che negli altri non vedevo. A circa 20 anni ho notato questo tremolio anche quando assumevo particolari posizioni. Ad oggi i problemi che riscontro sono i seguenti: - leggero tremore alle mani quasi sempre che si nota se a tavola prendo in mano un piatto di carta, se tento di accendere una sigaretta da un'altra sigaretta, insomma ogni volta che devo fare qualcosa che necessità di un minimo di precisione. Fin qui il tutto è sopportabile, il problema vero nasce quando devo scrivere (con il pc ed ed ancora di più se a mano). Per motivi di lavoro devo spesso scrivere a mano e se siamo in 4-5 a scrivere e non ho l'attenzione di tutti su di me, riesco a farlo anche se con una pessima grafia, se invece sono il solo a scrivere ed ho l'attenzione su di me, le mani tremano in maniera molto evidente ed il braccio quasi mi si paralizza dalla tensione tanto che devo fermarmi spesso. La stessa cosa succede alla mia voce se devo parlare in pubblico, in questo caso però dopo un pò il tremore alla voce passa e tutto va bene. Da quanto ho letto in giro, credo si tratti del c.d. tremore essenziale,il tremore riguarda le mie mani, la voce e in rarissime occasioni le gambe. Non ho mai tremore a riposo. L'unica cosa che attenua il tremore è una piccola quantità di alcol (io sono pressochè astemio, però l'ho notato nelle rare occasioni in cui ho bevuto). So che non esistono terapie per una guarigione, ma vorrei sapere se esiste un farmaco da poter prendere quando so ad esempio di dover scrivere sotto lo sguardo di altri o insomma nelle occasioni che so di soffrire di questo disturbo. Ringrazio.
Risposta del 19 giugno 2008

Risposta di MASSIMO MUCIACCIA


Gentile utente,

in effetti dalla descrizione riportata sembrerebbe trattarsi di tremore essenziale benigno. Tuttavia consiglierei di escludere alcune patologie che possono simulare tale disturbo: richieda pertanto un esame completo del sangue che comprenda anche TSH, FT3, FT4, elettroliti, ceruloplasmina, VDRL, TAS, VES, sideremia, ecc. ed una valutazione neurologica.
E' possibile trattare il tremore con particolari farmaci a basso dosaggio ovvero con terapia "al bisogno".
Si rivolga ad un neurologo.



Dott. Massimo Muciaccia
Specialista attività privata
Medicina Territoriale
Specialista in Neurologia
BARI (BA)



Il profilo di MASSIMO MUCIACCIA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti
A passo di danza si invecchia meglio
Mente e cervello
09 novembre 2017
News
A passo di danza si invecchia meglio