28/09/08  - Tumore testicolo? - Salute maschile

28 settembre 2008

Tumore testicolo?





Domanda del 28 settembre 2008

Domanda: Tumore testicolo?


Domanda di Salute maschile, inviata in data 28 settembre 2008.

Gentili e competentissimi Signori Medici, sono molto preoccupato. Da circa cinque mesi ho un forte dolore al testicolo destro. Nel 1992 sono stato operato al testicolo destro per idrocele con cisti all’epididimo, naturalmente l'esame istologico risultò negativo con la dicitura “frammenti di epididimo”. Agli inizi del 1993 mi rioperarono (in altro ospedale) poiché il primario affermò, se ben ricordo, che non avendo pulito bene la cisti, questa si era riformata. Sempre istologico negativo. Come dicevo, ora ho dolorabilità al testicolo tanto che mi risulta quasi impossibile anche la leggera palpazione, e dopo l’eiaculazione aumenta la dolorabilità. Il mio curante ha voluto facessi un’ecografia testicolare che riporto: “Didimi in sede, di regolare volumetria. Normale eco struttura del didimo di destra. In sede contro laterale è apprezzabile irregolare area ipo ecogena, per un’estensione di circa 22.33 mm, verosimilmente ascrivibile a pregressi processi flogistici. Non evidenti focalità nodulari definite. Nulla di rilevante a carico delle teste degli epididimi. Non raccolte liquide peritesticolari né ectasie del plesso venoso pampiniforme. Utile consulenza specialistica urologica.” Quindi mi sono recato a visita urologica. Il medico senza sbilanciarsi mi ha detto dopo avermi visitato, che non sentiva noduli e che quindi avrei fatto bene a far trascorrere un mesetto per poi ripetere l’ecografia e vedere se vi erano mutamenti. Mi consigliò inoltre di rifare l’esame non in una struttura privata, bensì nella radiologia dell’ospedale.(probabilmente per maggior fiducia negli ecografisti?) Dopo un mese e qualche giorno ho ripetuto lì ecografia che riporto:”Alla valutazione ect scrotale si apprezza: alterazione eco strutturale del polo superiore del didimo sn con area di pseudonodularità focale disomogeneamente ipoecogena di circa 22mm di diametro massimo. Non altre alterazioni di rilievo patologico bilateralmente. Non versamento endoscrotale.” Sono tornato dallo stesso urologo che mi ha detto che essendo rimasta la situazione invariata non era il caso di intervenire in nessun caso, in considerazione del fatto che intervenire in caso di sospetto tumore maligno o benigno significa comunque asportare il testicolo, impossibile per pericolosità di disseminazione praticare biopsia. Nel frattempo il mio curante mi aveva prescritto analisi che riporto:”alfa-1-fetoproteina 2,94 ng/ml, cea 1,1 ng/ml, gonadotropina corionica serica 1,5 mui/ml, psa tot. 0,293 ng/ml e psa libero 0,054 ng/ml, LDH 114 U/l. L’urologo ha aggiunto che i marcatori per il tumore al testicolo non sono determinanti in caso di negatività per fare una diagnosi ed invitandomi alla cautela mi ha rinviato ad un’altra ecografia tra un mese e mezzo circa. Vorrei aggiungere che casualmente ho ritrovato una vecchia ecografia di controllo dell’anno 2003 che riporta quanto segue:”Testicoli in sede, simmetrici, con dimensioni nei parametri abituali. Fine disomogeneità superiore del didimo di sin con epididimo di volume non aumentato, ad ecogenicità ridotta. Non segni di idrocele o varicocele.” Vi chiedo, cosa devo pensare? Devo essere preoccupato? Cos’altro devo fare? Vi prego esprimetemi un vostro illustre parere. Scusate la prolissità ed anticipatamente grazie di cuore.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Salute maschile



Potrebbe interessarti
Anche il cibo influenza la fertilità maschile
Salute maschile
22 maggio 2017
Notizie
Anche il cibo influenza la fertilità maschile