15/01/05  - Tunnel carpale & C. - Scheletro e Articolazioni

15 gennaio 2005

Tunnel carpale & C.




Domanda del 15 gennaio 2005

Domanda


Salve, mi è stata riscontrata dopo un' EMG, una sindrome del tunnel carpale bilaterale; nell' ottobre 2004 ho eseguito l'intervento alla mano sx. A seguito di ulteriori sintomi, dopo una RM mi è stata riscontrata una compressione del nervo ulnare al gomito dx (sindrome da impingement, ad altezza del canale di Osborne). Questa patologia nel tipo di professione che svolgo (a contatto con soggetti ultra 35 enni affetti da disabiità fisica e psichica) non mi permette di lavorare serenamente... è possibile, dati gli esiti degli esami (a cui si aggiunge una periartrite scapolo omerale destra) chiedere un cambio di mansioni? Anche perchè nonostante vada meglio dopo l'operazione, anche la mano sx non ha avuto una ripresa totale. Spero di essere stata sufficientemente chiara Grazie Paola
Risposta del 18 gennaio 2005

Risposta di GIUSEPPE INTERNULLO


Credo sia difficile ottenere un cambio di mansioni. Comunque tenga presente che per aver una ripresa completa dall'intervento devono passare 6-9 mesi. Se ha dolore sul mignolo con formicolio, non attenda altro tempo per farsi anche l'intervento al gomito.

Dott. Giuseppe Internullo
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
CALTAGIRONE (CT)




Il profilo di GIUSEPPE INTERNULLO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Scheletro e articolazioni
16 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Benefici dello sport sul tessuto osseo
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Scheletro e articolazioni
26 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Gotta, una nuova terapia per una malattia dei nostri giorni
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?
Scheletro e articolazioni
07 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Mani e polsi in crisi, ma è proprio colpa dei nostri device?