22/02/08  - Turbinoplastica con radiofrequenza - Malattie infettive

22 febbraio 2008

Turbinoplastica con radiofrequenza




Domanda del 22 febbraio 2008

Domanda


Ho 37 anni e sette anni fa il dottor Gedda di Torino mi ha operato per porre rimedio ad una deviazione del setto nasale e ipertrofia dei turbinati inferiori (avevo difficoltà respiratorie). Ho ripreso ad avere problemi specie la notte e in seguito a visita l'otorino mi ha confermato i buoni esiti di settoplastica ma anche un'ipertrofia dei turbinati inferiori. Mi ha consigliato turbinoplastica con radiofrequenza dicendo che non è invasiva e dovrebbe essere definitiva (ma non doveva essere definitiva anche l'operazione precedente?). Questo tipo d'intervento può portare delle complicazioni x via della riduzione del tessuto cavernoso? E' un intervento che può essere fatto in qualsiasi struttura ospedaliera?
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Malattie infettive



Potrebbe interessarti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
La salute in crociera
Malattie infettive
10 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La salute in crociera
Antibioticoresistenza, disponibile un nuovo farmaco
Malattie infettive
01 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Antibioticoresistenza, disponibile un nuovo farmaco