09/10/08  - Urgente...4 volta che vi scrivo per questo motivo di probl al respiro! - Malattie infettive

09 ottobre 2008

Urgente...4 volta che vi scrivo per questo motivo di probl al respiro!





Domanda del 09 ottobre 2008

Domanda: Urgente...4 volta che vi scrivo per questo motivo di probl al respiro!


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 09 ottobre 2008.

Vi prego..questa volta confido in una Vs risposta..non so' piu' a cosa pensare dei miei sintomi... vi ho gia' posto questa domanda 4 volte ma non ho mai avuto risposta eppure io sono preoccupata e non so a quali esami sottopormi. Vengo al problema.Ho 37 anni,sovrappeso,da parecchi anni,a causa di un grave lutto(il mio 1 marito si e' suicidato nel 97)assumo a periodi antidepressivi e tranquillanti.Li ho provati un po' tutti,dal Sereupin allo Zoloft,all'Elopram,ai sali di litio,etc..Ora sto assumendo 1 pastiglia al di' da 20 mg di Elopram e tienor da 10 mg 1-2 al giorno a seconda dall ansia che provo. Ora ho un bimbo di 4 anni e il lutto l'ho in parte del tutto superato ma mi permangono a periodi attacchi di panico,ansia somatizzata.Da quest'estate infatti ho dei problemi respiratori che non so' se siano di origine psicosomatica o sintomi reali di un qualcosa che non va nel mio fisico..mi spiego meglio,tanto quanto riesco, perche' questi sintomi a parole sono difficili da spiegarsi..Dunque,provo mancanza di respiro,a partire dallo stomaco a salire,specialmente se cerco di emettere un respiro lungo(inspirazione)e a volte se sbadiglio troppo...Non ho mai sofferto di alcun tipo di allergie ne' di asma premetto. Di solito questi sintomi sono piu' marcati quando sono piu' tesa e quando sono in piedi,se sono seduta li avverto molto meno. Il piu' intenso mi e' venuto al mare,mentre passeggiavo con mio padre,in una giornata di vento molto forte...ad un certo punto inspirando,non riuscivo ad espandere la gabbia toracica,mi sentivo chiusa(lo so che non e' il rermine esatto ma a parole non riesco perche' non e' un dolore ma sintomi strani...)oppressa davanti..ho preso 1 tienor,sono salita in appartamento e seduta,e un po alla volta e' passato...ma che spaventi...un'altra volta mi e' successo prima di entrare in banca,in paese dove abito,la scorsa settimana...e noto che se parto di casa gia' tesa quando mi siedo in macchina,guidando,ho molto piu' fastidio a respirare normalmente...e' come se ad ogni salto,scossa che la macchina emette,io non riesca piu' a controllare il mio respiro e questo fastidio inizia..e poi mi pare di entrare in iperventilazione perche' inizio a sentire la testa strana,come un po' vuota e lorda..Sono realmente preoccupata,siccome in casa mia nonna e' morta per un tumore al polmone,vivendo gli ultimi tempi con l'ossigeno e l'anno scorso mio nonno e' morto per problemi di cuore, sempre attaccato alla bombola dell' ossigeno, ho il terrore che possa accadere anche a me....ho fatto gia' l'anno scorso una radiografia al torace ma non e' risultato nulla di anomalo,ho fatto rx a dicembre 2007 per mal di schiena e il responso segnalava solo un processo di artrosi e la colonna vertabrale in rettilineizzazione..faccio regolarmente ecocardiogramma,e a parte un lieve difetto alla mitrale non ho problemi di nessun altro tipo....A quali esami devo sottopormi per vedere se ho problemi ai polmoni e quali potrebbero essere i problemi?Ho telefonato ad un pneumologo che conosco di castellamonte,Dottor Filosso,e mi ha solo detto di prendere gocce di xanax quando sento arrivare il problema..cosa che faccio ma che purtroppo non me lo cancella... Rispondete per favore..grazie di cuore Barbara-pr to.
Risposta del 15 ottobre 2008

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


Siamo fuori del mio campo, ma vista la Sua apprensione Le rispondo egualmente.
I problemi respiratori si accompagnano spesso agli stati ansiosi. Tuttavia la familiarità per patologie cardio rspiratorie e il sovrappeso possono giustificare un approfondimento dal punto di vista organico dell' apparato cardio-respiratorio.
Un semplice elettrocardiogramma e delle prove spirometriche (sul come e dove eseguirle potrà esserLe d'aiuto 8il Suo medico di base) potranno fornire importanti indicazioni che consentano, ad esempio, di escludere la componente organica con un benefico effetto anche sul piano psicologico. La buona notizia, infatti, disinnescherebbe il circolo vizioso che partendo dalla preoccupazione di una patologia organica aggraverebbe lo stato ansioso. Saluti

Dott. Vincenzo Martucci
Medico Ospedaliero
Specialista in Ematologia
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti