31/03/07  - Variazione sonno veglia - Mente e cervello

31 marzo 2007

Variazione sonno veglia




Domanda del 31 marzo 2007

Domanda


salve sono la madre di un ragazzo di 16 anni che improvvisamente da quasi 2 mesi non riesce piu' a svegliarsi al mattino come da abitudine e quindi a fare le normali attivita' come andare a scuola. Il ragazzo inizialmente non riusciva a prendere sonno durante la notte e si addormentava nelle mattinate e poi dormiva fino alle 12/13 circa, adesso si addormenta intorno all'una ma la mattina quando provo a chiamarlo sembra in coma, e' un peso morto, cerco di svegliarlo in tutti i modi, ma non reagisce, e questo per circa 2 ore fino a quando inizia lentamente a sentirmi e ad aprire gli occhi... ma sono ormai le 11 o le 12. Ho provato diversi farmaci per l'insonnia dati dal medico di famiglia, dal centro di neuropsichiatria infantile ma ancora non si e' regolarizzato. Io ritengo possa essere un fattore emotivo, dovuto ad una possibile selezione che lui dovra' affrontare, ma secondo voi e' possibile che al mattino io mi ritrovi un figlio che sembra in coma? grazie
Risposta del 04 aprile 2007

Risposta di GASPARE PALMIERI


potrebbe trattarsi di un sintomo depressivo o di un effetto collaterale dei farmaci. ne riparli con un neuropsichiatra infantile o con uno psichiatra.

Dott. Gaspare Palmieri
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
MODENA (MO)



Il profilo di GASPARE PALMIERI
Per rispondere alla domanda clicca qui

Sei un medico? Clicca qui e scopri come aderire al servizio.


Domande e risposte di Mente e cervello



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Paura di volare
Mente e cervello
17 gennaio 2018
Notizie
Paura di volare
Adolescenti: gli smartphone alterano il ritmo sonno-veglia
Mente e cervello
04 gennaio 2018
Notizie
Adolescenti: gli smartphone alterano il ritmo sonno-veglia
Depressione: tale padre, tale figlio
Mente e cervello
26 dicembre 2017
Notizie
Depressione: tale padre, tale figlio