21/12/04  - X la dott.ssa D'ambrosio - Mente e cervello

21 dicembre 2004

X la dott.ssa D'ambrosio




Domanda del 21 dicembre 2004

Domanda


Cara dottoressa, le avevo già scritto tempo fa in DISTURBI. C'è un problema, l'anno scorso ho avuto una storia importante che mi ha coinvolto molto! Lei però nell'ultimo periodo sembrava giocare con me perchè da quello che so si vedeva con altri ragazzi! E' difficile raccontare perchè mi sento ferito e veramente preso in giro visto che per lei ho sempre cercato fare di tutto e infine mi sono inciso a sangue sul braccio il suo nome! poi lei il 31 maggio scorso si è trasferita a Salò in Lombardia e continuiamo a sentirci dice di amarmi ma è gia stata con 3 ragazzi da quando è li ed l'altro giorno mi scrive un sms dicendomi che è stata violentata! fa a posta raccontarmi queste cose x farmi star male però dice di amarmi e che vorrebbe un bimbo con me.. ma.. non rinuncia a divertirsi con gli altri! da questo sono nati una serie di disturbi (come le avevo già scritto) come il vedere ombre, sentire voci, l'altro giorno mi è capitato di veder correre qualcosa nella libreria ma non riesco a capire cosa.. visto che non c'era nulla! Ma la cosa di cui ho più paura è del DIAVOLO! Ho questa fobia e ho paura di trovarmelo davanti o che sbuchi da qualche parte e talvolta appunto sento delle presenza che mi stanno alle spalle mi giro ma non c'è nessuno!I ricordi del passato mi portano a diventare nervoso all'ennesima potenza infatti quando mi ritornano alla mente divento quasi pazzo! ed poi inoltre tutto ciò che si riferisce a lei quando viene proniunciato mi viene una sensazione di vuoto nello stomaco e Tanto caldo! non capisco questa situazione! Che cosa può essere di specifico?Sono malato? ho bisogno di cure? Ma sopratutto COME POSSO GIRARE PAGINA??Devo dimenticarla ma non ce la faccio!
Risposta del 31 gennaio 2005

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Carissimo, perdoni se l’ho fatta attendere. Lo stato di disagio di cui mi parla è molto profondo. Le ombre che vede sono in parte i ricordi del passato, in parte aspetti di lei stesso di cui lei non è consapevole, e il tutto è aggravato probabilmente da una sua forte tendenza alla razionalità. Credo che abbia necessità di imparare a usare meglio la sua emotività e i suoi sentimenti, direzionandoli in modo migliore e soprattutto su persone meno malate della sua ultima ragazza. Il fascino per le persone ambigue non si cura con la ragione, ma andando a capire profondamente i meccanismi che portano a sceglierle in mezzo a tante altre. Lei è anche molto arrabbiato per quello che le succede, e direi che SICURAMENTE dovrebbe rivolgersi a uno psicoterapeuta, uomo e di una certa età. Si faccia coraggio e si metta all’opera. Usando la razionalità, ragionandoci troppo sopra cioè, la sua paura non potrà che aumentare.
Un caro saluto.


Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
Mente e cervello
01 luglio 2018
Libri e pubblicazioni
Comunicare è il verbo chiave di questi tempi social
La diversità potente
Mente e cervello
24 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
La diversità potente
Cefalea
Mente e cervello
18 giugno 2018
Patologie
Cefalea