Scacco matto al tumore del testicolo in sei mosse

19 ottobre 2015
Focus

Scacco matto al tumore del testicolo in sei mosse





Più 45% per i casi di tumore del testicolo negli ultimi 30 anni e oltre 2.000 diagnosi ogni anno solo in Italia. Di fronte a tali numeri ci si potrebbe scoraggiare, soprattutto se si pensa che il tumore del testicolo rappresenta il cancro più comune nei giovani maschi di età compresa tra 25 e 45 anni, in piena età riproduttiva. Ma leggendo bene i bene i dati epidemiologici, non è difficile convincersi che ci sono anche buone notizie: la mortalità è in diminuzione e la malattia guarisce nel 96% dei casi se viene diagnosticata e trattata precocemente.

Sale in cattedra il Prof. Urosapiens per insegnare ai ragazzi (ma non solo a loro) quali sono i giusti "tocchi" e come e dove muovere le mani per prevenire il tumore del testicolo. Si tratta di un cartoon prodotto dalla Acme, presentato in anteprima il 10 ottobre nel corso del 88° Congresso nazionale della società italiana di urologia (Siu) e già scaricabile dal sito Siu.it. «Data l'età di insorgenza di questo tumore è molto importante sensibilizzare i giovani all'autopalpazione del testicolo, insegnando loro a fare attenzione ai cambiamenti che si verificano nell'anatomia e nella forma di scroto e testicoli» afferma Vincenzo Mirone, segretario generale Siu, «questo presuppone che i ragazzi conoscano bene forma e dimensioni "normali" dei loro testicoli».

È quello che si insegna da anni alle ragazze per la prevenzione del tumore del seno: l'autopalpazione eseguita regolarmente può davvero salvare la vita. E tornando al mondo maschile, è importante sottolineare che prevenire o abbassare il rischio di tumore del testicolo significa anche ottenere una riduzione delle probabilità di sviluppare un tumore della prostata. «Nella prevenzione del tumore del testicolo entrano in campo anche i genitori» aggiunge Mirone, che poi precisa: «è fondamentale far controllare i bambini dai pediatri fin dai primi mesi poiché correggere una eventuale discesa incompleta del testicolo entro il primo anno di vita riduce il rischio di tumore e rende più semplice la diagnosi».

Bando agli imbarazzi e agli inutili pudori. Ecco di seguito le sei semplici regole che possono fare la differenza quando si parla di prevenzione del tumore del testicolo e che i ragazzi non dovrebbero mai dimenticare.

1. Affinare il "tatto", prendendo i testicoli nel palmo delle mani, prima uno e poi l'altro e verificare le dimensioni (potrebbero non essere uguali).

2. Esaminare il testicolo, facendolo ruotare tra pollice e indice di entrambe le mani.

3. Andare a caccia di noduli, da quelli duri, a gonfiori morbidi o tondeggianti e a differenze nella superficie del testicolo. Riferire subito al medico eventuali anomalie.

4. Essere costanti ed eseguire l'autopalpazione ogni mese.

5. Scegliere il momento, decidendo di effettuare il controllo dopo un bagno caldo (quando il sacco scrotale è rilassato).

6. Ripetere il gesto per aumentare le probabilità di arrivare a una diagnosi precoce.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
L'esperto risponde