Piano nazionale prevenzione vaccinale 2017-2019: tutte le novità

13 febbraio 2017

Piano nazionale prevenzione vaccinale 2017-2019: tutte le novità



Piano nazionale prevenzione vaccinale 2017-2019: tutte le novità


Il 2017 si apre con il via libera della Conferenza Stato-Regioni al nuovo Piano nazionale prevenzione vaccinale (Pnpv) 2017-2019, realizzato in collaborazione con le numerose istituzioni che in Italia si occupano di strategie vaccinali.
Sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il prossimo 18 febbraio e sarà subito operativo.

«L'emanazione di raccomandazioni nazionali, non calate dall'alto, bensì fortemente condivise sul piano tecnico e politico con le Regioni e Province Autonome, nel rispetto della loro legittima autonomia, rappresenta una garanzia di equità di accesso a prestazioni di uguale qualità su tutto il territorio nazionale e per tutti i cittadini» dice Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, in un documento pubblicato sul sito ufficiale del ministero dove è possibile anche scaricare il Pnpv 2017-2019 completo.

Diverse priorità e un approccio a 360 gradi al problema


Definire una strategia di prevenzione vaccinale non è certo semplice e per questa ragione è fondamentale stabilire le priorità di un percorso lungo e complesso. Eccone alcune ritenute particolarmente importanti nel nuovo Pnpv:

1. Mantenere lo stato Polio-free
2. Perseguire gli obiettivi del Piano nazionale di eliminazione del morbillo e della rosolia congenita (Pnemorc) e rafforzare le azioni per l'eliminazione.
3. Garantire l'offerta attiva e gratuita delle vaccinazioni, l'accesso ai servizi e la disponibilità dei vaccini
4. Prevedere azioni per i gruppi di popolazione difficilmente raggiungibili e con bassa copertura vaccinale (HtRGroups)
5. Elaborare un Piano di comunicazione istituzionale sulle vaccinazioni.

«Perché la strategia vaccinale abbia successo è necessario aumentare la consapevolezza dell'importanza delle vaccinazioni sia per il singolo sia per l'intera comunità e questo obiettivo può essere raggiunto solo con interventi formativi mirati che coinvolgano gli studenti nelle scuole, ma anche i medici e gli operatori sanitari» spiegano gli esperti, che sottolineano anche l'importanza della comunicazione medico-paziente su un tema tanto delicato.

Vaccinazioni gratuite


Tutte le vaccinazioni contenute nel Calendario vaccinale 2017-2019 sono state inserite nel decreto che definisce i nuovi Lea, i Livelli essenziali di assistenza, che i cittadini hanno il diritto di ricevere gratuitamente. E il nuovo Pnpv, oltre alle vecchie vaccinazioni aggiunge anche quelle anti-meningococco B, anti-rotavirus e anti-varicella nei nuovi nati, amplia la vaccinazione anti-Hpv ai maschi undicenni, introduce la vaccinazione antimeningococcica tetravalente Acwy135 e il richiamo anti-polio negli adolescenti. Si aggiungono inoltre le vaccinazioni anti-pneumococco e anti-Herpes zoster nei sessantacinquenni.

Discorso a parte le vaccinazioni obbligatorie in Italia, anch'esse gratuite, che non vengono toccate da questo calendario vaccinale e riguardano poliomielite, difterite, tetano ed epatite B.

Vediamo tutti gli appuntamenti raccomandati, e quindi gratuiti, del Calendario vaccinale (in grassetto sono indicate le novità rispetto ai piani vaccinali precedenti) per queste fasce d'età: primo anno, secondo anni, infanzia (5-6 anni), adolescenza (11-18 anni), età adulta (19-64 anni), donne in età fertile, adulti dai 65 anni in su.

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL CALENDARIO VACCINALE

 



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Schede patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico


Potrebbe interessarti
Le novità del decreto legge sui vaccini
Malattie infettive
24 maggio 2017
Focus
Le novità del decreto legge sui vaccini
L'esperto risponde