Le scelte sane a tavola allungano la vita e non hanno età

24 luglio 2017
Focus

Le scelte sane a tavola allungano la vita e non hanno età




Mangiare sano allunga la vita. A prima vista niente di nuovo rispetto a ciò che gli esperti ripetono ormai da decenni, ma un nuovo studio pubblicato sulla rivista News England journal of medicine aggiunge alcuni dettagli di non poca importanza: con piccoli passi verso il buon cibo si riduce la mortalità per diverse cause e non esiste un'età oltre la quale i benefici delle scelte alimentari sane perdono forza. «Sono sempre più numerose le prove a sostegno del fatto che la sana alimentazione allunga la vita e con il nostro studio abbiamo voluto studiare più a fondo l'associazione tra cambiamenti nell'alimentazione e mortalità» esordisce Mercedes Sotos-Prieto, della Harvard school of public health di Boston, prima autrice della ricerca che ha coinvolto circa 74mila adulti statunitensi partecipanti a due grandi studi iniziati negli anni '70 e '80 del secolo scorso.

Piccoli cambiamenti, grandi risultati


Per raggiungere il loro obiettivo Sotos-Prieto e colleghi hanno innanzitutto analizzato i cambiamenti nelle abitudini alimentari dei partecipanti nei 12 anni precedenti lo studio utilizzando diverse metodologie. «In generale è emerso che il rischio di mortalità era più basso nelle persone che avevano modificato maggiormente (e in meglio) la propria alimentazione rispetto a quelle che la avevano modificata meno» dicono i ricercatori, spiegano che i dati emersi dall'analisi sono risultati leggermente diversi a seconda della metodologia utilizzata per stimare i cambiamenti, ma si muovevano tutti comunque nella stessa direzione. Entrando più in dettaglio, si osserva che un miglioramento anche piccolo nella dieta quotidiana si associa a una riduzione compresa tra 8 e 17 per cento nella mortalità totale e tra 7 e 15 per cento della mortalità per cause cardio-vascolari. «Stando ai nostri dati si tratta di mettere in atto piccoli cambiamenti per ottenere risultati davvero importanti in termini di salute» continua l'esperta che poi precisa: «Si tratta per esempio di sostituire una porzione giornaliera di carne rossa con legumi o noci».

Non conta l’età ma la costanza


Le buone notizie dello studio non finiscono qui. «Molte delle persone coinvolte nella ricerca avevano raggiunto o superato i 60 anni di età» afferma Sotos-Prieto sottolineando un altro messaggio fondamentale emerso dall'analisi: benché l'ideale sia mangiare bene sin da piccoli, non è mai troppo tardi per compiere scelte alimentari sane.
«Questi risultati confermano ciò cha da tempo diciamo sui cambiamenti delle proprie abitudini a tavola» aggiunge Alice Lichtenstein portavoce della American heart association professore di scienze della nutrizione alla Tufts university di Boston che poi continua: «L'importante è mantenere le buone abitudini per il resto della vita e non dedicare alla sana alimentazione solo brevi periodi».

Cosa scegliere quindi per garantirsi una lunga vita grazie al cibo? «L'ideale è modificare le proprie abitudini spingendosi verso una dieta sempre più basata su alimenti vegetali» spiega Connie Diekman dietista alla Washington University in St. Louis che dà qualche consiglio a chi vuole mangiare meglio: «Trasformare un pasto fatto di carne e patate in un piatto a base di verdure trifolate, quinoa e un po' di pollo o altra carne magra cotta alla griglia potrebbe essere un ottimo primo passo verso una alimentazione buona per il gusto e per la salute».

Fonte: N Engl J Med. 2017 Jul 13;377(2):143-153. doi: 10.1056/NEJMoa1613502.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Rondelle di spinaci alla trota affumicata
Alimentazione
18 febbraio 2018
Le ricette della salute
Rondelle di spinaci alla trota affumicata
Alimentarsi correttamente, convegno a Milano
Alimentazione
18 febbraio 2018
Notizie
Alimentarsi correttamente, convegno a Milano
Zafferano, la spezia che favorisce sonno e buon umore
Alimentazione
16 febbraio 2018
Notizie
Zafferano, la spezia che favorisce sonno e buon umore
L'esperto risponde