Fibre alimentari, un dono vegetale

12 giugno 2014
L'uso corretto degli integratori

Fibre alimentari, un dono vegetale



5. Fibre alimentari, un dono vegetale
Per stampare la Guida completa clicca qui

In molti vegetali sono presenti fibre che il nostro corpo non digerisce, ma che si rivelano utilissime sia per l'intestino, sia per ridurre i livelli di colesterolo e di zuccheri nel sangue.
Anche per questo motivo, si raccomanda di introdurre nella dieta un adeguato apporto di frutta e verdura.

Le fibre si distinguono in solubili e insolubili
Le fibre solubili, una volta giunte nell'intestino, formano una massa gelatinosa che "intrappola" al suo interno alcuni nutrienti, evitando che vengano assorbiti ed entrino nel sangue. Per questo motivo, l'integrazione di fibre solubili è utile in caso di colesterolo alto e iperglicemia: una maggiore quantità di colesterolo e zuccheri vengono eliminati con le feci.
Tra queste fibre, spiccano le pectine che, in natura, troviamo in diversi vegetali reperibili sul banco dell'ortofrutta, come le mele, le pere, le prugne, le albicocche, le carote e gli agrumi.

Le fibre insolubili, invece, assorbono acqua e così facendo aumentano la massa fecale, come nel caso delle fibre di avena, orzo e frumento. È noto che l'aumento della massa fecale migliora il transito intestinale delle feci.


L'uso corretto degli integratori


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Lo stress fa ingrassare. Cinque regole sane da adottare
Alimentazione
22 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Lo stress fa ingrassare. Cinque regole sane da adottare
Rondelle di spinaci alla trota affumicata
Alimentazione
18 febbraio 2018
Le ricette della salute
Rondelle di spinaci alla trota affumicata
Alimentarsi correttamente, convegno a Milano
Alimentazione
18 febbraio 2018
Notizie e aggiornamenti
Alimentarsi correttamente, convegno a Milano
L'esperto risponde