Le esigenze della coppia in farmacia, spendendo un po' meno

20 novembre 2015
I farmaci generici

Le esigenze della coppia in farmacia, spendendo un po' meno



Per scaricare la Guida completa clicca qui

C'è ancora chi pensa che acquistare farmaci equivalenti anziché quelli abituali di marca possa essere paragonato ad andare a fare la spesa al banco del mercato dove vendono frutta e verdura non freschissimi, rivenduti a basso prezzo perché di minore qualità. Non è così. I farmaci di marca e quelli equivalenti sono i medesimi, con in più il vantaggio - per questi ultimi - di permettere un risparmio che può variare notevolmente, da qualche euro a molti euro, a seconda del principio attivo. A conti fatti, considerando la difficile congiuntura economica, vale sempre la pena di verificare l'opportunità di acquistare un farmaco equivalente rispetto a quello di marca, sapendo che si spende meno, ma si ha la stessa qualità.

Occorre poi sottolineare che il risparmio va considerato nel tempo e nella ripetitività dell'acquisto. Se il ricorso a un farmaco equivalente per un fatto acuto può dare luogo a una spesa più contenuta ma episodica, l'acquisto di un equivalente a intervalli regolari per cicli di terapia o per il trattamento di malattie croniche, determina un effetto cumulativo del risparmio che, lungo l'arco dei mesi, diventa consistente.
Facciamo qualche esempio considerando il caso di una giovane coppia. Un'esigenza molto frequente è quella dell'acquisto di pillole anticoncezionali. Indipendentemente dal tipo (ne esistono molte a brevetto scaduto, basate su associazioni estroprogestiniche), il risparmio è solitamente molto elevato, superiore al 50%. Non a caso sono molto vendute. Lo stesso dicasi per antibiotici genito-urinari, di frequente impiego nel trattamento delle cistiti, che interessano principalmente la donna.

Un po' meno consistenti, forse, ma costanti, sono i risparmi ottenibili su medicinali di cui si può avere necessità, magari per i malanni di stagione o su consiglio del medico o del farmacista. A volte la differenza tra "branded" ed equivalente è solo di 1 euro (mai al di sotto) ma il risparmio comunque non manca mai e diventa quindi rilevante nel tempo. Facciamo un altro esempio: qualora il medico della giovane coppia, molto attenta alla salute, rilevasse dai test di laboratorio valori elevati di colesterolo "cattivo", sicuramente prescriverebbe un farmaco ipolipemizzante, e in particolare una statina. Come detto, la differenza di costo rispetto al corrispettivo di marca può sembrare poco significativo, ma trattandosi di un intervento di prevenzione primaria cardiovascolare senza precisi limiti di tempo, è evidente il vantaggio che se ne trae, in salute e nel portafoglio.


I farmaci generici


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Ultimi articoli
Rondelle di spinaci alla trota affumicata
Alimentazione
18 febbraio 2018
Le ricette della salute
Rondelle di spinaci alla trota affumicata
Alimentarsi correttamente, convegno a Milano
Alimentazione
18 febbraio 2018
Notizie
Alimentarsi correttamente, convegno a Milano
L'esperto risponde