Freamine III 8,5% cat. s 9021 soluzione per infusione 10 flaconi da 500 - Baxter S.p.A.

Ultimo aggiornamento: 05 aprile 2017
Farmaci - Freamine III

Freamine III 8,5% cat. s 9021 soluzione per infusione 10 flaconi da 500 - Baxter S.p.A.



Cerca:   Freamine III |  poliaminoacidi + magnesio cloruro + potassio acetato + sodio metabisolfito |  Baxter S.p.A. |  Nuova ricerca »


Freamine III 8,5% cat. s 9021 soluzione per infusione 10 flaconi da 500 (principio attivo poliaminoacidi + magnesio cloruro + potassio acetato + sodio metabisolfito) è un prodotto Baxter S.p.A..

Freamine III 8,5% cat. s 9021 soluzione per infusione 10 flaconi da 500 è disponibile nella seguente forma farmaceutica: preparazione iniettabile; appartiene al seguente gruppo terapeutico: Soluzioni nutrizionali parenterali;

Prezzo: 145,07 €

Ricetta: medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, utilizzabile esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile - vietata la vendita al pubblico

A cosa serve Freamine III 8,5% cat. s 9021 soluzione per infusione 10 flaconi da 500:

Per la prevenzione delle perdite di azoto ed il trattamento del bilancio azotato negativo nei pazienti in cui

  • si ha malassorbimento delle proteine per via orale o non è possibile l'alimentazione per via gastroenterica;
  • le richieste metaboliche sono notevolmente aumentate, ad esempio per la presenza di ustioni estese.

Alimentazione per via venosa centrale

L'infusione per via venosa centrale va presa in considerazione quando le soluzioni di aminoacidi vanno miscelate a soluzioni ipertoniche di glucosio per promuovere la sintesi proteica nei pazienti ipercatabolici o con grave deplezione, oppure in quelli che necessitano di nutrizione parenterale per periodi prolungati.

Alimentazione parenterale per vena periferica

Nei pazienti moderatamente catabolici o con moderata deplezione, nei quali non è indicata la somministrazione per via venosa centrale, soluzioni diluite di aminoacidi miscelate a soluzioni di glucosio al 5% vanno infuse nelle vene periferiche, unitamente ad eventuali somministrazioni supplementari di emulsioni di grassi, se disponibili.

Risparmio proteico

Nei pazienti ben nutriti, leggermente catabolici, quali ad esempio normali pazienti post-chirurgici che necessitano di una nutrizione parenterale solo per brevi periodi, il risparmio di proteine può essere ottenuto somministrando per via periferica soluzioni di aminoacidi, con o senza glucosio.



Visualizza foglietto illustrativo completo »



Cerca:   Freamine III |  poliaminoacidi + magnesio cloruro + potassio acetato + sodio metabisolfito |  Baxter S.p.A. |  Nuova ricerca »


Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Esperto risponde  |
Calcola il peso forma
Potrebbe interessarti
L'esperto risponde