Meno problemi respiratori con frutta e verdura

24 febbraio 2010
News

Meno problemi respiratori con frutta e verdura



di Luigia Atorino

Mangiare molta frutta e verdura aiuterebbe a migliorare le condizioni di salute di chi soffre di broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), una malattia che colpisce l'apparato respiratorio e che, se non curata, determina difficoltà sempre maggiori nella respirazione. Lo hanno dimostrato alcuni ricercatori greci sottoponendo, per tre anni, 120 pazienti affetti da Bpco all'assunzione di grandi quantità di frutta e verdura oppure a un'alimentazione completamente priva di questi alimenti. Nelle persone che hanno mangiato abbondantemente frutta e verdura si sono non solo ridotti di circa la metà i casi in cui la malattia è peggiorata ma sono stati riscontrati anche dei veri e propri miglioramenti delle funzionalità polmonare. «I benefici derivanti dal consumo di frutta e verdura che abbiamo riscontrato in individui colpiti da questa grave malattia respiratoria sono, a nostro avviso, da attribuire alla proprietà antiossidanti di questi alimenti» ha dichiarato Demosthenes Makris del Department of Critical Care Medicine, University of Thessaly School of Medicine, Larissa in Grecia. «Riteniamo fondamentale l'adozione di stili di vita sani e un'alimentazione ricca di frutta e verdura per un'appropriata gestione di una condizione patologica che spesso determina una qualità della vita davvero bassa in chi ne è colpito».

European Respiratory Journal 2010


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Asma e BPCO, una campagna per non trascurarle
Apparato respiratorio
23 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Asma e BPCO, una campagna per non trascurarle
I piselli freschi, a metà tra legumi e verdura
Alimentazione
22 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
I piselli freschi, a metà tra legumi e verdura
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio
Alimentazione
20 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio
L'esperto risponde