Depressione: se farmaco non va, meglio la psicoterapia

17 gennaio 2011

Depressione, se farmaco non va meglio la psicoterapia



La cosiddetta terapia della parola, è un trattamento valido contro la depressione, al pari di un farmaco, ed efficace anche sui pazienti sui quali gli antidepressivi non portano a risultati. Lo dimostra una revisione di studi clinici condotti globalmente su oltre 6000 pazienti, pubblicata sul Journal of general internal medicine. La terapia della parola consiste in un percorso con lo psicoterapeuta in cui il paziente racconta le proprie ansie, le fonti di stress e insieme allo psicoterapeuta riesce a ricomporre le situazioni ed a lavorarci sopra, correggendo gli atteggiamenti negativi. Il coordinatore della ricerca Ranak Trivedi della University of Washington School of Public Health, ha spiegato che è stata usato con successo sui soggetti su cui i farmaci non hanno fatto effetto. A differenza di un farmaco, non ha effetti collaterali e, sempre a differenza di un antidepressivo che spesso deve esser preso a vita dal paziente, a un certo punto si può interrompere.

L'esperto risponde
Potrebbe interessarti
Conoscere l'epilessia per cancellare i pregiudizi
Mente e cervello
13 febbraio 2017
Interviste
Conoscere l'epilessia per cancellare i pregiudizi
Depressione post partum: può colpire anche i papà
Mente e cervello
08 febbraio 2017
News
Depressione post partum: può colpire anche i papà
La salute sul web tra bufale e verità
Mente e cervello
30 gennaio 2017
Focus
La salute sul web tra bufale e verità