Diabete di tipo 1, un nuovo dispositivo senza pungidito per i più piccoli

16 febbraio 2016

Diabete di tipo 1, un nuovo dispositivo senza pungidito per i più piccoli



Diabete di tipo 1, un nuovo dispositivo senza pungidito per i più piccoli


«Un grande cambiamento nella gestione del diabete di tipo 1 nei bambini» così Emanuele Bosi, docente di Endocrinologia e Diabetologia all'Università Vita-Salute presso l'Ospedale San Raffaele di Milano, ha definito la disponibilità per la popolazione pediatrica (bambini e ragazzi da 4 a 17 anni) di un nuovo dispositivo per la misurazione costante della glicemia: si tratta di uno strumento tecnologicamente avanzato che elimina la routine delle punture sul polpastrello, facile da usare ed estremamente accurato.
L'ottenimento del marchio Ce anche per bambini e adolescenti è stato annunciato durante il 9° convegno Advanced technologies & treatments for diabetes, un'importante occasione di incontro a livello mondiale sulle tematiche delle tecnologie applicate al diabete, che si è tenuto a Milano all'inizio di febbraio.

Il sistema di automonitoraggio della FreeStyle Libre è costituito da due componenti. Il primo è un piccolo sensore che si applica sulla parte posteriore del braccio, progettato per rimanere sul corpo fino a 14 giorni e che non necessita di alcuna calibrazione con puntura del dito (al contrario degli attuali sistemi di monitoraggio continuo della glicemia). Il secondo è il lettore che va fatto passare sopra il sensore, anche attraverso i vestiti, per visualizzare immediatamente sul display il valore attuale del glucosio, lo storico delle ultime otto ore e una freccia che indica il trend glicemico.

«La diponibilità di questo dispositivo per i bambini e i ragazzi rappresenta una svolta fondamentale» conferma Dario Iafusco, ricercatore del Centro regionale di Diabetologia "G. Stoppoloni" della Seconda Università di Napoli. «Finora i bambini dovevano praticare in media 3-4 (fino a 5-6) controlli dei livelli glicemici attraverso micropunture sui polpastrelli, con possibilità di attutire progressivamente il senso del tatto. Una pratica che, tra l'altro, esige la ricerca di un luogo appartato e possibilmente l'uso di un disinfettante».

FreeStyle Libre non necessita di sangue per misurare la glicemia capillare «in quanto rileva il livello di glucosio sottocutaneo, correlato con la glicemia di 10-15 minuti prima» spiega Iafusco. Nel complesso, dall'uso del nuovo dispositivo deriva un miglioramento della qualità della vita sia dei ragazzi sia dei genitori.

«Un dispositivo che consente di monitorare i livelli di glucosio in modo più rapido e comodo migliora la vita dei genitori e li aiuta a gestire in modo più efficace la malattia dei loro bambini, infatti l'obiettivo ultimo non è solo essere informati e rassicurati sulla glicemia istantanea» sottolinea Bosi «ma il controllo della glicemia per impiegare le informazioni che provengono dal lettore per compiere azioni utili in senso terapeutico, il che significa iniettare più o meno insulina, fare una piccola corsa, magari rinunciare a una fetta di torta».


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Diabete di tipo 2: occhio allo zucchero, ma anche al sale
Diabete tiroide e ghiandole
22 settembre 2017
News
Diabete di tipo 2: occhio allo zucchero, ma anche al sale
Tumore della tiroide: il punto di vista dei pazienti
Diabete tiroide e ghiandole
13 aprile 2017
Interviste
Tumore della tiroide: il punto di vista dei pazienti