NEWS

Sindrome narcisistica: un vero e proprio disturbo della personalità

Sindrome narcisistica: un vero e proprio disturbo della personalità Nell'epoca dei selfie e della quotidianità spesa con i social network costantemente attivi su device di ogni tipo, torna di grande attualità il tema del narcisismo. Se postare qualche autoritratto fotografico sulla bacheca Facebook o sul profilo Instagram è ascrivibile ai comportanti sani (da un punto di vista psicologico), farlo in continuazione potrebbe essere un tipico comportamento narcisistico e per questo valutato come psicopatologico.

Non è tuttavia solo una questione di selfie. Ci sono una serie di comportamenti che definiscono il cosiddetto "disturbo della personalità narcisistica". Lo psicologo americano David Thomas - con alle spalle un'esperienza ventennale in polizia - ha stilato un elenco dei tratti tipici del narcisista patologico. Si parte da «un'evidente concentrazione su se stessi negli scambi interpersonali», che implica una propensione all'ascolto pressoché nulla; «problemi nel mantenere relazioni soddisfacenti», con la tendenza a cambiare spesso partner seguendo la logica de "il meglio deve ancora venire"; la difficoltà a essere empatici (cioè a comprendere lo stato d'animo e le emozioni altrui) con la relativa indifferenza nei confronti della sofferenza altrui. A questi tratti si aggiungono «la mancanza di consapevolezza psicologica» e i «problemi a distinguere se stessi dagli altri» con l'attuazione di comportamenti anche molto dannosi per gli interlocutori del narcisista.

Pensiamo al grado di inconsapevole spietatezza che può raggiugere una persona affetta da questo disturbo della personalità, le cui peculiarità - secondo Thomas non sono finite. C'è anche da rilevare «l'ipersensibilità a qualsiasi insulto (reale e immaginario ndr)», «la vulnerabilità alla vergogna piuttosto che al senso di colpa» (e qui risiede uno dei punti deboli del soggetto che potrebbe da un momento all'altro crollare psicologicamente per un episodio stimolatore di vergogna), e un «linguaggio del corpo altezzoso».

Questo ultimo punto è particolarmente interessante perché fa riflettere su quelle figure di uomo di sesso maschile che incedono con la schiena retta - al limite della rigidità - e tendono a tenere il mento rivolto verso l'alto, dando la sensazione che stia sul serio guardando chi gli sta di fronte dall'alto in basso. Alcune scuole di pensiero addirittura sostengono che il muoversi a scatti. In modo quasi sincopato, nervoso, sia proprio uno dei campanelli d'allarme della sindrome narcisistica.

Tornando alla nostra lista dei tratti tipici, va citata anche l'«adulazione nei confronti delle persone che li ammirano e li rafforzano» che il narcisista mette in atto in maniera costante, con il rovescio della medaglia dell'odio nei confronti di «coloro che non lo ammirano». Poi arriviamo alla tendenza a sfruttare le altre persone senza curarsi delle conseguenze per queste ultime, che vengono molto spesso depredate di tempo, energie, idee, beni materiali e prestazioni sessuali (dipende dai casi specifici) senza niente in cambio.

Il soggetto preso in esame, inoltre, fa finta di essere più importante di quello che in realtà è e si vanta dei suoi risultati fino ad esagerarne la portata. Sentirsi esperto in qualsiasi cosa è una delle sue prerogative e non ha mai la decenza e misura di farsi da parte se il pubblico è quello giusto. L'«incapacità di vedere il mondo dal punto di vista degli altri» comporta una costante frustrazione in quanti li frequentano e quando ciò avviene in una relazione di coppia l'impatto piscologico sul partner può avere una portata enorme. Ultima caratteristica ravvisata da Thomas, la «negazione del rimorso e della gratitudine», che fa del disturbo narcisistico della personalità una di quelle psicopatologie che molte scuole di pensiero ritengono irreversibili.

Maria Elena Capitanio


© RIPRODUZIONE RISERVATA


NOTIZIE DI: Mente e cervello



Feed RSS







VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra