Pressione sotto controllo anche grazie allo yoga

04 gennaio 2017
News

Pressione sotto controllo anche grazie allo yoga



Pressione sotto controllo anche grazie allo yoga


Arriva dall'India, la culla dello yoga, la notizia che praticare per un'ora al giorno hatha yoga porta vantaggi cardiovascolari riducendo la pressione sanguigna nelle persone con pre-ipertensione. «Chi si trova nella fascia di pressione definita di pre-ipertensione ha molte probabilità di sviluppare in seguito ipertensione vera e propria se non modifica il proprio stile di vita» esordisce Ashutosh Angrish, cardiologo al Sir Gangaram Hospital in Delhi, India, e autore di uno studio sull'argomento presentato al 68° Congresso annuale della Cardiological society of india (Csi).

«Si parla di pre-ipertensione quando la pressione sistolica (la "massima") è compresa tra 120 e 139 mmHg e la diastolica (la "minima") tra 80 e 89 mmHg» spiegano sul loro sito web gli esperti della European Society of Cardiology che hanno ripreso la notizia. Nel loro studio Angrish e colleghi hanno coinvolto 60 persone sane, ma con una condizione di pre-ipertensione e le hanno divise in due gruppi: in uno sono stati messi in atto cambiamenti dello stile di vita (esercizio aerobico giornaliero, dieta sana e stop al fumo), mentre nell'altro a questi cambiamenti è stata aggiunta anche un'ora al giorno di hatha yoga, fatta di stretching, respirazione e meditazione.

«Per un mese un insegnante ha mostrato ai partecipanti cosa fare durante l'ora di yoga e in seguito ciascuno ha proseguito al proprio domicilio» precisano gli autori che dopo tre mesi hanno potuto constatare come l'ora di yoga abbia fatto la differenza in termini di riduzione della pressione. Nel gruppo yoga la "minima" misurata sulle 24 ore e di notte si è abbassata di circa 4,5 mmHg, mentre nel gruppo controllo non si è assistito a nessun miglioramento.

«Sembra una variazione insignificante, ma di fatto si tratta di un risultato clinicamente molto importante dal momento che ogni riduzione di 2 mmHg nella pressione diastolica si traduce potenzialmente in una riduzione del 6 per cento del rischio di coronaropatia e del 15 per cento del rischio di ictus e attacco ischemico transiente» spiega l'autore che poi conclude: «Non sappiamo quali siano i meccanismi attraverso i quali lo yoga riduce la pressione, ma sappiamo che questa antica pratica funziona e dona anche un senso di benessere generale».


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Menopausa: vampate e apnee notturne vanno spesso a braccetto
Cuore circolazione e malattie del sangue
07 dicembre 2017
Notizie
Menopausa: vampate e apnee notturne vanno spesso a braccetto
Camminare, il segreto per una vita più lunga e in salute
Cuore circolazione e malattie del sangue
22 novembre 2017
Notizie
Camminare, il segreto per una vita più lunga e in salute
Il sesso non mette a rischio il cuore
Cuore circolazione e malattie del sangue
20 novembre 2017
Notizie
Il sesso non mette a rischio il cuore