Chili di troppo? Colpevolizzarsi è pericoloso per la salute

09 febbraio 2017

Chili di troppo? Colpevolizzarsi è pericoloso per la salute



Chili di troppo? Colpevolizzarsi è pericoloso per la salute


Gli anglosassoni lo chiamano "fat shaming" ed è in pratica la tendenza generale a dare una connotazione psico-sociale negativa al sovrappeso e all'obesità. In altre parole le persone in eccesso di peso sono viste come uniche artefici della propria condizione fisica perché prive di forza di volontà e incapaci di controllarsi o di seguire una certa disciplina.

Stando ai risultati di uno studio da poco pubblicato sulla rivista Obesity, interiorizzando queste idee le persone obese aumentano anche il proprio rischio di andare incontro a problemi di salute, prima tra tutte la sindrome metabolica.

Leggi la scheda sulla sindrome metabolica

«Si pensa che colpevolizzare le persone obese e farle sentire responsabili per il loro eccesso di peso sia una chiave per stimolare il cambiamento positivo e aumentare la loro forza di volontà, ma i nostri risultati dimostrano che è vero il contrario» esordisce Rebecca Pearl, del Penn's center for weight and eating disorders (Usa) e prima autrice della ricerca nella quale sono stati coinvolti 179 adulti obesi già parte di uno studio per perdere peso.

«Lo scopo della nostra ricerca era capire quanto l'internalizzazione dello stigma e del pregiudizio sul peso influenzasse il rischio di conseguenze fisiche come per esempio l'insorgenza di sindrome metabolica» spiega la ricercatrice ricordando che spesso le persone obese fanno proprie le idee legate al fat shaming sentendosi poco attraenti, poco risolute e perdendo autostima.
Al termine dell'analisi Pearl e colleghi hanno osservato che chi interiorizzava maggiormente aveva un rischio di sviluppare sindrome metabolica tre volte superiore agli altri partecipanti e fino a sei volte superiore di avere alti livelli di trigliceridi. «È importante fornire strumenti per gestire l'eccesso di peso, ma anche far capire a chi è obeso che l'obesità è una patologia complessa e causata dall'azione contemporanea di diversi fattori» conclude Pearl.



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Schede patologie


Cerca il farmaco
Potrebbe interessarti
L'esperto risponde