Felicità e benessere? Per averli punta sugli amici, sono anche più importanti della famiglia

14 giugno 2017
News

Felicità e benessere? Per averli punta sugli amici, sono anche più importanti della famiglia



La felicità e il benessere dipendono più dagli amici che dalla famiglia e questo è vero soprattutto nelle fasi più avanzate della vita. Un'affermazione forte, ma che rispecchia i risultati di due studi portati a termine dai ricercatori della Michigan state University sotto la guida di William Chopik e pubblicati sulla rivista Personal relationship.

«L'amicizia ha sempre occupato un posto di serie B nella ricerca sulle relazioni e questo è strano dal momento che gli amici potrebbero avere un'influenza anche maggiore in termini di felicità e benessere di altre persone con cui ci relazioniamo» spiega l'autore che assieme ai colleghi ha coinvolto nelle proprie ricerche circa 280mila persone. Nel primo studio sono stati analizzati i dati di sondaggi su relazioni e livello di felicità in oltre 27mila partecipanti di tutte le età da circa 100 paesi.

«Sia le relazioni con gli amici sia quelle con la famiglia sono risultate legate alla felicità personale, ma solo le amicizie si sono dimostrate in grado di predire meglio salute e felicità con il passare degli anni» spiegano gli autori. Nel secondo studio, i ricercatori hanno concentrato invece l'attenzione su sostegno/problemi derivati dalle relazioni e felicità in poco meno di 7.500 adulti statunitensi, dimostrando che le amicizie hanno una maggiore influenza in questo senso.

«Quando gli amici rappresentavano una fonte di problemi, i partecipanti mostravano un numero maggiore di malattie croniche, mentre quando gli amici erano fonte di supporto, i partecipanti erano più felici» precisa Chopik. Secondo gli esperti potrebbe essere un effetto della natura stessa della relazione di amicizia: con gli anni teniamo con noi gli amici che ci piacciono e ci fanno sentire bene, "eliminando" gli altri. «Ciò non significa che le relazioni familiari non siano un supporto e un beneficio, ma è vero che quando ci si rapporta con i familiari entrano in gioco una serie di interazioni serie, negative e monotone che potrebbero rendere il legame meno piacevole e utile» conclude Chopik.

Fonte: Personal relationship 2017. doi: 10.1111/pere.12187


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
L’autolesionismo diventa digitale e passa dai social network
Mente e cervello
11 dicembre 2017
Notizie
L’autolesionismo diventa digitale e passa dai social network
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni
Mente e cervello
23 novembre 2017
Notizie
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni
L'esperto risponde