Dia Day: al via campagna di prevenzione del diabete in farmacia

06 novembre 2017

"Dia Day": al via campagna di prevenzione del diabete in farmacia



Dal 14 al 20 novembre, in concomitanza della Giornata mondiale del diabete, si terrà "Dia Day in farmacia", la prima Campagna nazionale di educazione sanitaria, prevenzione e screening del diabete in farmacia.

Conoscere la glicemia
Lo scopo della Campagna è di fotografare la situazione del diabete in Italia e per questo in ogni farmacia i cittadini potranno compilare, con l'aiuto del farmacista, un questionario di 8 domande su età, peso, sesso, alimentazione, attività fisica, ereditarietà e altro, che sarà completamente anonimo. Si effettuerà poi un test della glicemia, effettuato autonomamente dal cittadino con un pungidito. Il dosaggio della glicemia capillare è importante perché può fare emergere una condizione di prediabete o di diabete sconosciuto che rende necessario un intervento terapeutico immediato.
Tutti i dati raccolti in maniera anonima durante lo screening saranno poi elaborati, e successivamente presentati, con il commento scientifico di un board di esperti, alle Autorità sanitarie e all'opinione pubblica.

Diabete in crescita nel mondo
La malattia è in progressivo aumento a livello planetario: nel mondo, dal 1980 a oggi, i malati di diabete mellito sono quadruplicati. In Italia è affetto da diabete l'8,5 per cento della popolazione adulta (5 milioni di persone) e, di questi, 1 milione non sa di esserlo. In trent'anni i malati sono più che raddoppiati. Aumenta anche il numero dei prediabetici che, oltre al rischio elevato di sviluppare il diabete, condividono con i diabetici un alto rischio cardiovascolare.

Prediabete
La condizione di prediabete è purtroppo largamente ignorata dall'opinione pubblica anche se importanti studi internazionali hanno ampiamente dimostrato la possibilità di prevenire, in soggetti prediabetici, la comparsa della malattia conclamata con un intervento volto a modificare lo stile di vita e consistente in una correzione delle abitudini alimentari ed in un aumento della attività fisica. D'altro canto, è egualmente noto che un controllo quanto più accurato possibile della glicemia dei soggetti che hanno già contratto il diabete può prevenire o ritardare le complicanze micro e macroangiopatiche della malattia. Da qui la necessità di una diagnosi precoce per un tempestivo intervento terapeutico. Solo così è possibile contrastare la diffusione della malattia, contenerne i danni ed abbattere i costi sanitari pubblici e privati (per ricoveri, farmaci, presidi, analisi) ma anche quelli sociali (per invalidità, minore produttività, assenze dal lavoro, ecc.).

Mercedes Bradaschia

DIA day




Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Il rischio di diabete di tipo 1 potrebbe dipendere anche dalla vitamina D
Diabete tiroide e ghiandole
24 novembre 2017
News
Il rischio di diabete di tipo 1 potrebbe dipendere anche dalla vitamina D
Giornata mondiale del diabete: la prevenzione è la cura più efficace
Diabete tiroide e ghiandole
13 novembre 2017
Interviste
Giornata mondiale del diabete: la prevenzione è la cura più efficace
La vita in città aumenta il rischio di diabete
Diabete tiroide e ghiandole
02 novembre 2017
News
La vita in città aumenta il rischio di diabete
L'esperto risponde