Millennial, le loro esigenze cambieranno il settore della salute

11 febbraio 2018
News

Millennial, le loro esigenze cambieranno il settore della salute



I Millennial costituiscono una porzione sempre più importante della popolazione attiva mondiale; di conseguenza anche nel settore della salute, come sull'economia globale, aumenta sempre più la loro influenza. L'innovazione nel settore dell'assistenza sanitaria dovrà soddisfare le esigenze dei pazienti, dei genitori e degli operatori sanitari della generazione dei Millennial, coinvolgendo al contempo il personale medico dei prossimi anni, che sarà costituito proprio dai Millennial. Questo cambiamento è tanto evidente che Google, Facebook, Amazon, Uber e Netflix stanno già interessandosi ad un settore fondamentale dei servizi alla persona, quello appunto dell'assistenza sanitaria.

Una generazione numerosa

Negli ultimi anni, la porzione dominante della popolazione attiva degli USA è costituita sempre più dai Millennial. I 92 milioni di persone nate tra il 1980 e il 2000 rappresentano poco meno del 30 per cento della popolazione statunitense e costituiscono la più numerosa generazione della storia degli Stati Uniti, superando persino i Baby Boomer.
Le donne Millennial, in età compresa tra i 18 e i 36 anni, rappresentano il 90 per cento delle donne alla prima gravidanza e i loro figli costituiscono l'80 per cento delle nuove nascite negli Stati Uniti. Al contempo, quasi un terzo dei membri di questa generazione influisce sul modo in cui i propri genitori accedono ai servizi sanitari. Nel complesso, dunque, i Millennial avranno un fortissimo impatto sulla domanda di assistenza sanitaria.

Connessi 24 ore su 24

Rispetto alle generazioni precedenti, i Millennial sono meno benestanti. Tuttavia, i primi nativi digitali hanno sfruttato abilmente le loro competenze per guidare la determinazione dei prezzi, fondamentale in una sharing economy. Nell'ambito dell'assistenza sanitaria la questione della determinazione dei prezzi è probabilmente più controversa rispetto a qualsiasi altro settore.
Per quanto il prezzo possa essere ritenuto una misura del valore, sebbene talvolta approssimativa, la corsa per definire ciò a cui i Millennial danno valore è ormai avviata.  Quello che sta emergendo è che i Millennial richiedono un accesso ai servizi immediato, 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e 365 giorni all'anno; in secondo luogo, cercano strumenti e risorse per informarsi autonomamente e controbilanciare quella che potrebbe essere un'insormontabile asimmetria informativa; in terzo luogo, considerano importante l'apertura ai feedback ed alla valutazione tra pari.

Accessibilità delle informazioni

Come le generazioni precedenti, i pazienti, i genitori, gli operatori sanitari ed i medici della generazione dei Millennial attribuiscono un grande valore alle informazioni relative alle decisioni mediche. Tuttavia oggi gli utenti del sistema sanitario si aspettano di poter accedere a risorse utili e alle proprie informazioni mediche private restando comodamente a casa.
Nonostante i progressi compiuti per fornire ai pazienti un numero sempre maggiore di informazioni in ambito sanitario, c'è ancora molto lavoro da fare. Per molti pazienti, l'accesso alle proprie informazioni mediche è ancora difficoltoso e spesso è ostacolato dai diversi gruppi di fornitori. Sebbene si tratti d'informazioni sensibili, è fondamentale garantire un accesso centralizzato ai dati medici personali. Altri settori, come quello bancario, sono un esempio da seguire per la sicurezza dei dati e le questioni legate alla privacy. Il settore dell'assistenza sanitaria è rimasto indietro da questo punto di vista, pertanto è inevitabile che il prossimo passo da compiere sia quello di garantire ai pazienti l'accesso ai propri dati.

In un futuro vicino, i medici Millennial

Siamo vicini all'ingresso dei Millennial nella forza lavoro del settore dell'assistenza sanitaria. Nei prossimi dieci o quindici anni questa generazione completerà gli studi ed entrerà nel mondo del lavoro. Questo implicherà senz'altro un cambiamento ancora più radicale dei servizi forniti.
Si tratterà probabilmente dell'uso dell'intelligenza artificiale per l'assistenza, le diagnosi e il monitoraggio dei pazienti o di un ricorso maggiore a interventi medici con l'ausilio di dispositivi di robotica.
L'assistenza sanitaria è dunque destinata ad una innovazione radicale: nei prossimi anni si verificheranno mutamenti significativi nell'offerta di servizi sanitari.

Fonte: Sectoral Asset Management

Chiara Romeo



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Fare attività fisica per vivere sani in città
Salute pubblica
30 dicembre 2017
Notizie e aggiornamenti
Fare attività fisica per vivere sani in città
Salute in rete: il decalogo degli esperti contro le bufale
Salute pubblica
11 maggio 2017
Notizie e aggiornamenti
Salute in rete: il decalogo degli esperti contro le bufale
Italia in prima linea contro le “malattie della povertà”
Salute pubblica
13 marzo 2017
Notizie e aggiornamenti
Italia in prima linea contro le “malattie della povertà”
L'esperto risponde