Capelli secchi e fragili, oppure pelle calda e arrossata: attenzione alla tiroide

13 aprile 2018
News

Capelli secchi e fragili, oppure pelle calda e arrossata: attenzione alla tiroide



La tiroide è una piccola ghiandola, con una forma che ricorda una farfalla, posta alla base della parte anteriore del collo, al confine tra laringe e trachea. Piccola perché ha un diametro di circa cinque centimetri e un peso che può oscillare tra 10 e 50 grammi. Ma importantissima per il suo ruolo nello svolgimento di varie funzioni vitali come la regolazione del metabolismo, la produzione di calore, il controllo del ritmo cardiaco, lo sviluppo del sistema nervoso, l'accrescimento corporeo, la forza muscolare e lo sviluppo del sistema nervoso centrale.

Disfunzioni della tiroide

Quando tutto funziona la tiroide produca la quantità di ormoni necessaria all'organismo. Ma per varie cause può accadere la ghiandola rallenti la propria attività, causando una situazione di deficit ormonale, oppure che al contrario divenga iperattiva, producendo una quantità eccessiva di ormone tiroideo.
Nel primo caso si parla di ipotiroidismo. Una condizione che innesca altre alterazioni ormonali e che, a cascata, può arrivare per esempio a  influire anche sul meccanismo dell'ovulazione e quindi sulla fertilità femminile.

Pelle e capelli

Dal punto di vista estetico, una persona affetta da ipotiroidismo può mostrare pelle pallida, secca e fredda. Allo stesso modo i capelli divengono opachi, secchi e fragili. Inoltre, nel 90% degli ipotiroidei le unghie sono sottili, fragili, di dimensioni ridotte, con delle striature longitudinali e trasversali e crescono meno velocemente.
Nel caso in cui l'ipotiroidismo sia presente da lungo tempo, le palme delle mani e dei piedi possono assumere un colorito giallo-arancione per accumulo di carotene. Proporzionalmente alla gravità dell'ipotiroidismo, inoltre, si può verificare una guarigione delle ferite ritardata.
L'ipertiroidismo si presenta invece con una diffusa perdita dei capelli, che sono soffici e sottili.  La produzione eccessiva di ormoni tiroidei rende la  pelle calda e arrossata per via  della vasodilatazione periferica e dell'aumentato flusso del sangue. Si può verificare  una sudorazione eccessiva, soprattutto di mani e piedi.
I disordini tiroidei possono essere associati con varie altre patologie cutanee, molte delle quali di natura autoimmune, come la vitiligine, un disordine della pigmentazione della pelle che si presenta con macchie chiare di varia forma e dimensione.

Cosa fare?

Eventuali alterazioni della funzionalità tiroidea possono essere individuate con un semplice prelievo di sangue e il successivo dosaggio degli ormoni. Una volta stabilita la natura della disfunzione è possibile correggerla con appositi farmaci, senza conseguenze sulla salute. Una volta ristabiliti i giusti livelli di ormoni tiroidei, generalmente anche i problemi a pelle, capelli e unghie scompaiono in qualche settimana.

Stefania Cifani



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Diabete e ciclismo: una squadra di professionisti alla Milano-Sanremo
Diabete tiroide e ghiandole
24 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Diabete e ciclismo: una squadra di professionisti alla Milano-Sanremo
Dermocosmetici sicuri senza i perturbatori endocrini
Diabete tiroide e ghiandole
23 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Dermocosmetici sicuri senza i perturbatori endocrini
Attività fisica, fondamentale anche per tenere lontano il diabete di tipo 2
Diabete tiroide e ghiandole
22 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Attività fisica, fondamentale anche per tenere lontano il diabete di tipo 2
L'esperto risponde