Amiodar 20 compresse 200 mg

Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2017
Farmaci - Amiodar

Amiodar 20 compresse 200 mg



Cerca:   Amiodar |  amiodarone cloridrato |  Alfasigma S.p.a. |  Nuova ricerca »


MARCHIO

Amiodar

CONFEZIONE

20 compresse 200 mg

ALTRE CONFEZIONI DI AMIODAR DISPONIBILI


AZIENDA

Alfasigma S.p.a.

CLASSE

A

RICETTA

medicinale soggetto a prescrizione medica

PRINCIPIO ATTIVO

amiodarone cloridrato

ATC

Amiodarone

GRUPPO TERAPEUTICO

Antiaritmici

FORMA FARMACEUTICA

compressa

SCADENZA

36 mesi

PREZZO

4,97 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Amiodar 20 compresse 200 mg

Terapia e prevenzione di gravi disturbi del ritmo resistenti alle altre terapie specifiche: tachicardie sopraventricolari (parossistiche e non parossistiche) extrasistoli atriali, flutter e fibrillazione atriale.

Tachicardie parossistiche sopraventricolari reciprocanti come in corso di Sindrome di Wolff-Parkinson-White. Extrasistoli e tachicardie ventricolari.

Trattamento profilattico delle crisi di angina pectoris.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Amiodar 20 compresse 200 mg

Posologia

L'amiodarone ha peculiari caratteristiche farmacologiche (assorbimento orale del 50%, estesa distribuzione tissutale, lenta eliminazione, ritardata risposta terapeutica per via orale) ampiamente variabili da individuo a individuo; per questo la via di somministrazione, il dosaggio iniziale e quello di mantenimento debbono essere valutati caso per caso, adattandoli alla gravità dell'affezione e alla risposta clinica.

Trattamento dei disturbi del ritmo

Il dosaggio medio iniziale consigliato è di 600 mg al giorno fino ad ottenere una buona risposta terapeutica, in media entro due settimane. Successivamente la dose può essere gradualmente ridotta fino a stabilire la dose di mantenimento abitualmente compresa tra 100-400 mg al giorno.

Quando sia difficile stabilire una soddisfacente dose giornaliera di mantenimento, si può ricorrere ad una terapia discontinua (es. 2/3 settimane al mese o 5 giorni a settimana).

Trattamento profilattico delle crisi di angor

Attacco: 600 mg al giorno per circa 7 giorni

Mantenimento: 100-400 mg al giorno o in maniera discontinua (5 giorni a settimana o 2/3 settimane al mese).

Popolazione pediatrica

La sicurezza e l'efficacia di amiodarone nei bambini non è stata stabilita.

I dati al momento disponibili sono riportati nei paragrafi 5.1 e 5.2.

Terapia concomitante

Per i pazienti che assumono amiodarone in concomitanza a inibitori dell'HMG-CoA reduttasi (statine), vedere paragrafi 4.4 e 4.5.


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Amiodar 20 compresse 200 mg

  • Ipersensibilità al principio attivo, allo iodio o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Bradicardie sinusali; blocco senoatriale; disturbi gravi di conduzione, senza elettrostimolatore (blocchi atrio-ventricolari gravi, blocchi bi- o trifascicolari).
  • Malattia sinusale senza elettrostimolatore (rischio di arresto sinusale).
  • Associazione con farmaci in grado di determinare “torsade de pointes“ .
  • Distiroidismi o antecedenti tiroidei. Nei casi dubbi (antecedenti incerti, anamnesi tiroidea familiare) fare un esame della funzionalità tiroidea prima del trattamento.
  • Gravidanza, eccetto casi eccezionali .
  • Allattamento .


Cerca:   Amiodar |  amiodarone cloridrato |  Alfasigma S.p.a. |  Nuova ricerca »



Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Il sesso non mette a rischio il cuore
Cuore circolazione e malattie del sangue
20 novembre 2017
News
Il sesso non mette a rischio il cuore
L'esperto risponde