Cefixima EG 100 mg/5 ml polvere per sospensione os 1 flacone 100 ml

Ultimo aggiornamento: 02 dicembre 2017
Farmaci - Cefixima EG

Cefixima EG 100 mg/5 ml polvere per sospensione os 1 flacone 100 ml




INDICE SCHEDA




INFORMAZIONI GENERALI



AZIENDA

EG S.p.A.

MARCHIO

Cefixima EG

CONFEZIONE

100 mg/5 ml polvere per sospensione os 1 flacone 100 ml

ALTRE CONFEZIONI DI CEFIXIMA EG DISPONIBILI


PRINCIPIO ATTIVO

cefixima

FORMA FARMACEUTICA

sospensione

GRUPPO TERAPEUTICO

Antibatterici cefalosporinici

CLASSE

A

RICETTA

medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA

24 mesi

PREZZO

10,07 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE




A cosa serve Cefixima EG 100 mg/5 ml polvere per sospensione os 1 flacone 100 ml

Cefixima è indicata per il trattamento delle seguenti infezioni quando sostenute da organismi sensibili :

Otite media acuta (OMA)

Faringite acuta di tipo batterico

Cistite acuta non complicata

Gonorrea acuta non complicata

L'uso di cefixima deve essere riservato al trattamento di infezioni il cui agente eziologico si sa o si sospetta sia resistente ad altri agenti antibatterici comunemente usati.

Si tengano in considerazione le linee guida ufficiali circa l'appropriato utilizzo di agenti antibatterici.


CONTROINDICAZIONI




Quando non dev'essere usato Cefixima EG 100 mg/5 ml polvere per sospensione os 1 flacone 100 ml

Ipersensibilità al principio attivo, ad altre cefalosporine o uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo (qui non riportato) 6.1.

Precedenti di gravi e/o acute reazioni di ipersensibilità alla penicillina o ad altri antibiotici beta-lattamici.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO




Cosa serve sapere prima di prendere Cefixima EG 100 mg/5 ml polvere per sospensione os 1 flacone 100 ml

Si raccomanda cautela nella somministrazione di cefixima a pazienti che abbiano mostrato ipersensibilità nei confronti di altri farmaci. Le cefalosporine devono essere somministrate con cautela a pazienti sensibili alla penicillina, in quanto vi sono prove di una parziale allergenicità crociata tra le penicilline e le cefalosporine.

Alcuni pazienti hanno avuto reazioni allergiche gravi (anafilassi inclusa) ad ambedue le classi di farmaci. È richiesta particolare cautela in pazienti che hanno manifestato reazioni allergiche alla penicillina o ad altri antibiotici beta-lattamici data la possibilità di reazioni incrociate .

Se in corso di trattamento con cefixima si verificano gravi reazioni di ipersensibilità o reazioni anafilattiche, il trattamento con cefixima deve essere interrotto immediatamente e devono essere adottate le opportune misure di emergenza.

Sono stati osservati con cefixima tassi di resistenza dello Streptococcus pneumoniae (> 20%) in alcuni paesi europei . Ciò deve essere tenuto in considerazione quando si trattano infezioni sostenute da Streptococcus pneumoniae.

Insufficienza renale

Cefixima deve essere usata con prudenza in pazienti con clearance della creatinina < 20 ml/min . Non sono disponibili dati sufficienti circa l'impiego di cefixima nei bambini < 12 anni di età con insufficienza renale: si sconsiglia l'impiego di cefixima in questi pazienti.

L'uso prolungato di cefixima può portare alla proliferazione di organismi resistenti.

II trattamento con gli antibiotici a largo spettro altera la normale flora del colon e può portare a una crescita eccessiva di Clostridia. Gli studi indicano che la causa primaria della diarrea associataadantibiotici è una tossina prodotta da Clostridium difficile. La colite pseudomembranosa è associata con l'uso di antibiotici ad ampio spettro (inclusi macrolidi, penicilline semisintetiche, lincosamidi e cefalosporine, tra cui cefixima); è pertanto importante che essa venga tenuta presente nella diagnosi delle diarree che si sviluppano nel corso della somministrazione di antibiotici.

Nei pazienti che sviluppano grave diarrea durante o dopo l'uso di cefixima, dovrebbe essere preso in considerazione il rischio di colite pseudo-membranosa pericolosa per la vita. Si deve sospendere l'uso di cefixima e si devono adottare misure appropriate. Devono essere escluse altre cause di colite. I prodotti che inibiscono la peristalsi intestinale sono controindicati.

I pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, malassorbimento di glucosio-galattosio o insufficienza di saccarasi-isomaltasi non devono assumere questo medicinale.

La sospensione contiene 2.43 g di saccarosio ogni 5 ml. Questo deve essere considerato in pazienti con diabete mellito.


INTERAZIONI




Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Cefixima EG 100 mg/5 ml polvere per sospensione os 1 flacone 100 ml

Si può avere una reazione falsamente positiva al glucosio nelle urine con le soluzioni di Benedict o Fehling o con le pastiglie di controllo a base di solfato di rame, ma non con i test basati sulle reazionienzimatiche della glucosio-ossidasi.

Durante il trattamento con cefalosporine è stata segnalata una falsa positività di un test di Coombs diretto; va pertanto riconosciuto che un test di Coombs positivo potrebbe essere dovuto al farmaco.

Come con altre cefalosporine, sono stati osservati prolungamenti del tempo di protrombina in pochi pazienti. È pertanto necessaria prudenza nei pazienti in terapia anticoagulante.


SOVRADOSAGGIO




Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Cefixima EG 100 mg/5 ml polvere per sospensione os 1 flacone 100 ml

Non vi è esperienza di un sovradosaggio con cefixima.


CONSERVAZIONE




Polvere secca: non conservare a temperatura superiore ai 25°C.

Per le condizioni di conservazione del prodotto ricostituito vedere paragrafo (qui non riportato) 6.3.

Non refrigerare o congelare.

La sospensione ricostituita non deve essere congelata. Tenere il flacone ermeticamente chiuso ed agitarlo bene prima dell'uso. Eliminare qualsiasi residuo inutilizzato dopo 14 giorni.


PATOLOGIE ASSOCIATE








Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti