Cetirizina Germed 10 mg 20 compresse rivestite con film

Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2018
Farmaci - Cetirizina Germed

Cetirizina Germed 10 mg 20 compresse rivestite con film




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Germed Pharma S.r.l.

MARCHIO

Cetirizina Germed

CONFEZIONE

10 mg 20 compresse rivestite con film

PRINCIPIO ATTIVO
cetirizina dicloridrato

FORMA FARMACEUTICA
compressa rivestita

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiallergici antistaminici

CLASSE
A

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
3,60 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Cetirizina Germed 10 mg 20 compresse rivestite con film

Nei pazienti adulti e pediatrici di età pari o superiore a 6 anni:

  • La cetirizina è indicata per il trattamento dei sintomi nasali e oculari della rinite allergica stagionale o perenne.
  • La cetirizina è indicata per il trattamento sintomatico dell'orticaria idiopatica cronica.



CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Cetirizina Germed 10 mg 20 compresse rivestite con film

Ipersensibilità al principio attivo, ad uno qualsiasi degli eccipienti, all'idrossizina o a uno qualsiasi dei derivati piperazinici.

Pazienti con grave compromissione della funzione renale e clearance della creatinina inferiore a 10 ml/min.

I pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, carenza di Lapp lattasi o malassorbimento del glucosio-galattosio non devono assumere questo farmaco.




AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Cetirizina Germed 10 mg 20 compresse rivestite con film

Alle dosi terapeutiche, non sono state dimostrate interazioni clinicamente significative con l'alcool (per un livello ematico di alcool di 0,5 g/l). Tuttavia, si raccomanda cautela in caso di assunzione concomitante di alcool.

Si raccomanda cautela nei pazienti epilettici e nei pazienti a rischio di convulsioni.

L'uso della formulazione in compresse rivestite con film non è raccomandato nei bambini di età inferiore ai 6 anni, perchè tale formulazione non consente un appropriato adattamento della dose.




INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Cetirizina Germed 10 mg 20 compresse rivestite con film

Sulla base del profilo farmacocinetico, farmacodinamico e del profilo di tolleranza della cetirizina, non si prevedono interazioni con questo antiistaminico. In effetti, non sono state segnalate interazioni farmacodinamiche né farmacocinetiche significative negli studi di interazione tra farmaci eseguiti, in particolare con pseudoefedrina o teofillina (400 mg/die).

Il grado di assorbimento della cetirizina non è ridotto con l'assunzione di cibo, sebbene risulti diminuita la velocità di assorbimento.




SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Cetirizina Germed 10 mg 20 compresse rivestite con film

Sintomi

I sintomi osservati dopo un sovradosaggio di cetirizina sono associati principalmente ad effetti a carico del SNC o ad effetti che potrebbero indicare un'attività anticolinergica. Gli eventi avversi riportati dopo un'assunzione pari ad almeno 5 volte la dose giornaliera raccomandata sono: confusione, diarrea, capogiri, affaticamento, cefalea, malessere, midriasi, prurito, irrequietezza, sedazione, sonnolenza, stupore, tachicardia, tremore e ritenzione urinaria.

Trattamento

Non è noto alcun antidoto specifico alla cetirizina. Qualora si verifichi sovradosaggio, si raccomanda un trattamento sintomatico o di supporto. La lavanda gastrica deve essere considerata a seguito di ingestione recente. La cetirizina non è eliminata efficacemente mediante dialisi.




CONSERVAZIONE



Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.




PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Sentire poco, vivere male
Orecchie naso e gola
03 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Sentire poco, vivere male
Vaccinazioni, perché non si deve averne paura
Infanzia
01 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Vaccinazioni, perché non si deve averne paura
L'esperto risponde