Ellaone 30 mg 1 compressa

Ultimo aggiornamento: 12 gennaio 2018
Farmaci - Ellaone

Ellaone 30 mg 1 compressa




INDICE SCHEDA




INFORMAZIONI GENERALI



AZIENDA

HRA Pharma Italia S.r.l. - Società Unipersonale

MARCHIO

Ellaone

CONFEZIONE

30 mg 1 compressa

PRINCIPIO ATTIVO

ulipristal (acetato)

FORMA FARMACEUTICA

compressa

GRUPPO TERAPEUTICO

Contraccettivi d'emergenza

CLASSE

C

RICETTA

medicinale di libera vendita ma non da banco (SOP) per le pazienti di età uguale o superiore a 18 anni; medicinale soggetto a ricetta medica da rinnovare di volta in volta per le pazienti di età inferiore a 18 anni

SCADENZA

36 mesi

PREZZO

34,89 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE




A cosa serve Ellaone 30 mg 1 compressa

Contraccettivo d'emergenza da assumersi entro 120 ore (5 giorni) da un rapporto sessuale non protetto o dal fallimento di altro metodo contraccettivo.


CONTROINDICAZIONI




Quando non dev'essere usato Ellaone 30 mg 1 compressa

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Gravidanza.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO




Cosa serve sapere prima di prendere Ellaone 30 mg 1 compressa

L'assunzione in concomitanza con un contraccettivo di emergenza contenente levonorgestrel è controindicata .

Si sconsiglia l'uso di ellaOne in donne con asma grave non adeguatamente controllato da glucocorticoidi per via orale.

La contraccezione d'emergenza con ellaOne è un metodo occasionale, che non deve mai sostituire l'uso di un metodo anticoncezionale regolare. In ogni caso è opportuno consigliare alle pazienti il ricorso a un metodo contraccettivo regolare.

Anche se l'uso continuo di un contraccettivo ormonale regolare non è controindicato in caso di assunzione di ellaOne, quest'ultimo può ridurne l'efficacia contraccettiva . Dopo una contraccezione d'emergenza, si raccomanda quindi che i successivi rapporti sessuali siano protetti da un affidabile metodo contraccettivo di barriera fino alla comparsa della successiva mestruazione.

La somministrazione ripetuta di ellaOne durante uno stesso ciclo mestruale non è consigliabile, dal momento che la sicurezza e l'efficacia di ellaOne in queste circostanze non sono state ancora studiate.

La contraccezione d'emergenza con ellaOne non è sempre efficace nel prevenire la gravidanza. Non vi sono dati disponibili sull'efficacia di ellaOne in donne che hanno avuto rapporti sessuali non protetti più di 120 ore prima dell'assunzione di ellaOne. In caso di dubbio o in caso di ritardo nella comparsa delle mestruazioni di oltre 7 giorni, di sanguinamento anomalo alla data attesa della mestruazione o di manifestazione di sintomi della gravidanza, l'eventuale gravidanza deve essere esclusa con un test di gravidanza.

Qualora si instauri una gravidanza dopo il trattamento con ellaOne, occorre considerare, come in ogni gravidanza, la possibilità di gravidanza extrauterina. La gravidanza extrauterina può proseguire nonostante il manifestarsi di sanguinamento uterino.

Dopo l'assunzione di ellaOne, la mestruazione può presentarsi in anticipo o in ritardo di alcuni giorni rispetto al previsto. Nel 7% circa delle donne, le mestruazioni si sono presentate con un anticipo di oltre 7 giorni rispetto alla data attesa. Nel 18,5% delle donne si è registrato un ritardo di più di 7 giorni, mentre nel 4% delle pazienti il ritardo ha superato i 20 giorni.

Questo medicinale contiene lattosio monoidrato. Le pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, deficit di Lapp lattasi o malassorbimento di glucosio-galattosio non devono assumere questo farmaco.

L'uso concomitante di ellaOne e dei seguenti principi attivi non è raccomandato a causa della possibilità di interazione: substrati di P-gp (ad es. dabigatran etexilato, digossina), induttori di CYP3A4 (ad es. rifampicina, fenitoina, fenobarbital, carbamazepina, erba di San Giovanni/Hypericum perforatum), prodotti medicinali che aumentano il pH gastrico (ad es. inibitori della pompa protonica, antiacidi e antagonisti dei recettori H2), uso a lungo termine di ritonavir e contraccettivi d'emergenza contenenti levonorgestrel .


INTERAZIONI




Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Ellaone 30 mg 1 compressa

  • Potenziale capacità da parte di altri farmaci di interferire con ulipristal acetato:
Non sono stati eseguiti studi specifici di interazioni farmacologiche in vivo.

Ulipristal acetato è metabolizzato da CYP3A4 in vitro. I farmaci induttori di CYP3A4 (come rifampicina, fenitoina, fenobarbital, carbamazepina, erba di San Giovanni/Hypericum perforatum) possono quindi ridurre la concentrazione plasmatica di ulipristal acetato con una conseguente riduzione dell'efficacia. L'uso concomitante di questi medicinali è quindi sconsigliato .

L'inibitore di CYP3A4 ritonavir può avere anche un effetto di induzione su CYP3A4 se viene usato per un periodo prolungato. In tali casi, ritonavir potrebbe ridurre le concentrazioni plasmatiche di ulipristal acetato. L'uso concomitante di questi medicinali è quindi sconsigliato . L'induzione dell'enzima si esaurisce lentamente e gli effetti sulla concentrazione plasmatica di ulipristal acetato possono manifestarsi anche se la donna ha smesso di assumere un induttore dell'enzima da 2-3 settimane.

Al contrario, potenti inibitori di CYP3A4 (come chetoconazolo, itraconazolo, ritonavir, telitromicina, claritromicina, nefazodone) possono potenziare l'esposizione a ulipristal acetato. La rilevanza clinica non è nota.

La somministrazione concomitante di farmaci che aumentano il pH gastrico (per esempio, inibitori di pompe protoniche, antiacidi e antagonisti del recettore H2 dell'istamina) può ridurre le concentrazioni plasmatiche di ulipristal acetato e quindi diminuirne l'efficacia. L'uso concomitante di questi medicinali è pertanto sconsigliato .

  • Potenziale capacità da parte di ulipristal acetato di interferire con altri medicinali.

Trasportatori della glicoproteina P: i dati in vitro indicano che ulipristal può essere un inibitore di P-gp a concentrazioni clinicamente rilevanti. In assenza di dati clinici, la somministrazione concomitante di ulipristal acetato e substrati di P-gp (ad es. dabigatran etexilato, digossina) è pertanto sconsigliata
Poiché ulipristal acetato si lega con grande affinità al recettore del progesterone, può interferire con l'azione di medicinali contenenti progestinici.

  • L'azione anticoncezionale di contraccettivi ormonali combinati e di contraccettivi a base di soli progestinici può risultare ridotta.
  • L'uso concomitante di ulipristal acetato e di un metodo contraccettivo d'emergenza contenente levonorgestrel è sconsigliato .



POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE




Come si usa Ellaone 30 mg 1 compressa

Il trattamento consiste in una compressa da prendere per bocca quanto prima possibile e comunque non oltre 120 ore (5 giorni) da un rapporto sessuale non protetto o dal fallimento di un altro metodo contraccettivo.

La compressa può essere assunta a stomaco pieno o vuoto.

In caso di vomito entro 3 ore dall'assunzione di ellaOne è necessario assumere una seconda compressa.

Si può assumere ellaOne in qualsiasi momento durante il ciclo mestruale.

Prima della somministrazione di ellaOne va esclusa l'esistenza di una gravidanza.

Insufficienza renale o epatica: in assenza di studi specifici, non è possibile fare raccomandazioni specifiche per quanto riguarda la dose di ellaOne.

Insufficienza epatica grave: in assenza di studi specifici, l'uso di ellaOne non è raccomandato.

Bambini e adolescenti: un numero ristretto di donne di età inferiore ai 18 anni è stato sottoposto a studi clinici con ellaOne.


SOVRADOSAGGIO




Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Ellaone 30 mg 1 compressa

L'esperienza di sovradosaggio con ulipristal acetato è scarsa. Ad un numero limitato di soggetti sono state somministrate singole dosi del farmaco fino a 200 mg senza osservare reazioni avverse gravi o dannose.


CONSERVAZIONE




Conservare il blister all'interno dell'imballaggio esterno per proteggere il medicinale dalla luce.


PATOLOGIE ASSOCIATE








Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde