Gemadol 5% gel 40 g

Ultimo aggiornamento: 20 aprile 2018
Farmaci - Gemadol

Gemadol 5% gel 40 g




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Meda Pharma S.p.A.

MARCHIO

Gemadol

CONFEZIONE

5% gel 40 g

PRINCIPIO ATTIVO
etofenamato

FORMA FARMACEUTICA
gel

GRUPPO TERAPEUTICO
Analgesici FANS

CLASSE
C

RICETTA
medicinale di automedicazione

SCADENZA
36 mesi

PREZZO
DISCR.


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Gemadol 5% gel 40 g

Trattamento locale di stati dolorosi e flogistici di natura reumatica o traumatica delle articolazioni, dei muscoli, dei tendini e dei legamenti.


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Gemadol 5% gel 40 g

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti, nonché all'acido flufenamico o ad altri anti-flogistici non steroidei.

Gravidanza, allattamento ed età pediatrica .


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO



Cosa serve sapere prima di prendere Gemadol 5% gel 40 g

L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso cutaneo può dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso è necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea.

In caso di storia di allergie, il prodotto va impiegato con le usuali cautele.

Il gel non deve essere applicato su ferite aperte o su cute interessata da alterazioni di natura eczematosa. Evitare il contatto con le mucose e gli occhi. Non ingerire.


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Gemadol 5% gel 40 g

Alla luce delle attuali conoscenze non sono ipotizzabili interazioni farmacologiche tra l'etofenamato per via epicutanea ed altri preparati assunti contemporaneamente.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Gemadol 5% gel 40 g

Salvo diversa prescrizione medica, applicare 2-3 volte al giorno in quantità sufficiente a ricoprire con un leggero strato di gel la zona dolente (per un'estensione di 5-10 cm corrispondente a circa 1,7 - 3,3 grammi di gel) e massaggiare accuratamente per favorirne la penetrazione.

Nella maggior parte dei casi è sufficiente un trattamento della durata di 1-2 settimane. Se dopo tale periodo i sintomi persistono, consultare il medico per valutare se proseguire il trattamento o se sia necessario considerare eventuali alternative terapeutiche.


SOVRADOSAGGIO



Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Gemadol 5% gel 40 g

Non sono riscontrabili in letteratura segnalazioni di effetti riferibili a sovradosaggio, che possono essere esclusi anche in funzione della via di somministrazione.

In caso di uso non corretto: se il contenuto di un tubetto o più di gel di GEMADOL 5% viene applicato sull'intera superficie corporea in un breve lasso di tempo, possono comparire cefalea, stordimento o malessere epigastrico. La contromisura raccomandata consiste nel rimuovere il prodotto con acqua.

Dato il gusto sgradevole, è difficile che vengano assunte dosi tossiche per via orale; se ciò dovesse avvenire, effettuare una lavanda gastrica o indurre il vomito e somministrare carbone.


EFFETTI INDESIDERATI



Quali sono gli effetti collaterali di Gemadol 5% gel 40 g

È possibile la comparsa di reazioni cutanee locali, a carico delle zone trattate, sotto forma di eritema, irritazione e prurito, rash, edema e vescicole. Questi effetti si risolvono in breve tempo con l'interruzione del trattamento.

In casi molto rari sono stati riportati dermatite allergica da contatto, orticaria ed angioedema.


CONSERVAZIONE



Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.






Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Ultimi articoli
I piselli freschi, a metà tra legumi e verdura
22 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
I piselli freschi, a metà tra legumi e verdura
Zenzero: le controindicazioni
19 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Zenzero: le controindicazioni
L'esperto risponde