Indobufene Mylan Generics 200 mg 30 compresse divisibili

Ultimo aggiornamento: 23 febbraio 2018
Farmaci - Indobufene Mylan Generics

Indobufene Mylan Generics 200 mg 30 compresse divisibili




INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


AZIENDA

Mylan S.p.A.

MARCHIO

Indobufene Mylan Generics

CONFEZIONE

200 mg 30 compresse divisibili

PRINCIPIO ATTIVO
indobufene

FORMA FARMACEUTICA
compressa divisibile

GRUPPO TERAPEUTICO
Antiaggreganti piastrinici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale soggetto a prescrizione medica

SCADENZA
30 mesi

PREZZO
15,30 €


INDICAZIONI TERAPEUTICHE



A cosa serve Indobufene Mylan Generics 200 mg 30 compresse divisibili

trattamento antiaggregante nelle condizioni patologiche in cui l'iperattività o l'attivazione piastrinica possono avere un ruolo determinante nella patogenesi del trombo, come vasculopatie ischemiche cardiache e cerebrali, arteriopatie periferiche su base aterosclerotica, trombosi venose, dislipidemie e diabete. Prevenzione dell'attivazione della trombogenesi durante la circolazione extracorporea (emodialisi)


CONTROINDICAZIONI



Quando non dev'essere usato Indobufene Mylan Generics 200 mg 30 compresse divisibili

ipersensibilità al farmaco; non deve essere usato né in presenza di ulcera gastrica duodenale, gastrite emorragica, grave insufficienza epatica e/o renale né in soggetti con diatesi emorragica. Esiste la possibilità di sensibilità crociata con acido acetil salicilico o altri farmaci antinfiammatori non steroidei; per questo motivo l'indobufene non deve essere somministrato in pazienti ai quali questi farmaci hanno indotto sintomi asmatici, rinite o orticaria


INTERAZIONI



Quali farmaci o principi attivi possono interagire con l'effetto di Indobufene Mylan Generics 200 mg 30 compresse divisibili

in seguito all'alto grado di legame dell'indobufene alle proteine plasmatiche esiste la possibilità di uno spiazzamento di altri farmaci legati alle proteine. Per questo motivo in pazienti diabetici in trattamento con ipoglicemizzanti orali a base di sulfanilurea. sono opportuni controlli periodici dei livelli di glucosio nel sangue. Per lo stesso motivo, gli effetti degli anticoagulanti orali (derivati cumarinici) e /o dell'eparina possono essere incrementati. Se si assumono contemporaneamente questi farmaci è necessario effettuare regolarmente la misurazione del tempo di protrombina e di altri test di coagulazione. Nel corso della sperimentazione clinica non sono stati segnalati segni o sintomi che possano fare sospettare interazioni con altri farmaci e altre interazioni, anche nel corso di trattamenti prolungati a 6 e 12 mesi


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE



Come si usa Indobufene Mylan Generics 200 mg 30 compresse divisibili

200-400 mg per via orale al giorno, suddivisi in 2 somministrazioni. La dose minore (200 mg die) è particolarmente indicata per i trattamenti a lungo termine. Pazienti anziani > 65 anni: 100-200 mg die. È consigliata l'assunzione del farmaco dopo i pasti. Nella prevenzione della trombogenesi durante la circolazione extracorporea (emodialisi) la dose di indobufene dipende dalle condizioni del paziente; a giudizio del medico possono essere somministrati 100 mg per os prima di ogni seduta dialitica. Insufficienza renale: è opportuna una riduzione delle dosi in rapporto al grado di funzionalità renale. A titolo indicativo si suggerisce il seguente schema: ClCr >80 ml/min, 100-200 mg 2 volte al giorno; ClCr 40-80 ml/min, 100 mg 1-2 volte al giorno; ClCr <40 ml/min, 100 mg a giorni alterni o al giorno


PATOLOGIE ASSOCIATE







Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     ESPERTO


Calcolo del peso ideale


Potrebbe interessarti
Il paziente emofilico è uguale a tutti gli altri, specialmente nel campo odontoiatrico
Cuore circolazione e malattie del sangue
18 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Il paziente emofilico è uguale a tutti gli altri, specialmente nel campo odontoiatrico
Carenza di ferro
Cuore circolazione e malattie del sangue
18 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Carenza di ferro
Avocado, i grassi buoni che fanno bene al cuore
Cuore circolazione e malattie del sangue
22 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Avocado, i grassi buoni che fanno bene al cuore